Il viaggio come presa di coscienza di sè. Questa sera presentazione di “Eterna” di Ilaria Spadaccini

A Martina Franca, mercoledì 21 Dicembre, la scrittrice di origine martinese presenterà il suo terzo libro: “Eterna”.  Un romanzo intenso e appassionato, edito dalla New-Book Edizioni, che prende vita dopo una silloge poetica illustrata (Papavero Bianco – 2020) e il romanzo d’esordio (Il volto della Fenice – 2017):

Dopo una mattinata trascorsa tra i banchi di scuola, dove l’autrice presenterà il suo scritto a dei ragazzi del liceo classico Tito Livio, nel tardo pomeriggio, alle ore 19.00, Spadaccini riproporrà la presentazione di Eterna presso la Birreria “Fratelli di Pinta” e dialogherà assieme allo scrittore Davide Simeone, suo amico e collega, che ha da poco pubblicato il suo ultimo libro, “Domani mi sveglio presto”, Les Flâneurs edizioni.

“Eterna” è la narrazione del viaggio come presa di coscienza del sé e Spadaccini affronta nel suo romanzo i temi più disparati: le proprie radici, la genitorialità, la morte, il distacco, l’ingresso di una giovane donna nell’età adulta.

“Chi siamo senza il nostro passato? Alberi senza radici, piante secche incapaci di possedere davvero il presente. È così che Ottavia avverte se stessa quando la salute di sua madre Emilia comincia a vacillare. Da quando una brutta malattia mentale l’ha colpita, lei non la riconosce nemmeno più, la chiama Caterina. Ma per Ottavia, Emilia è la sola radice, l’unica famiglia: perderla significherebbe consumare gli ultimi strascichi di aderenza alla vita.

La paura e l’ossessione di questo pensiero scuotono Ottavia dalle viscere e la costringono a fare i conti con le domande che per una vita intera si era imposta di ignorare. Chi è mio padre? Da cosa è fuggita mia madre? Viaggi, sogni ricorrenti e balzi temporali che evocano ricordi, guidano Ottavia alla scoperta del proprio passato e del proprio coraggio. A Vietri sul Mare, lontana da casa e dal futuro che sua madre ha costruito per lei, Ottavia troverà non le risposte che cerca, ma quelle di cui ha bisogno per riappropriarsi della propria esistenza e ricominciare a vivere”.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Ilaria Spadaccini nasce a Martina Franca nel 1990 e vive a Forlì. Fervida sostenitrice del potere terapeutico della scrittura, imprime su carta pensieri ed emozioni come percorso d’introspezione e presa di coscienza di sé. Opera in Romagna come Sales e Marketing Manager e la sua pagina Instagram, di divulgazione e sensibilizzazione letteraria, conta oggi più di 22.000 followers.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.