Nubicuculìa, la città degli uccelli

26/08/2020
20:30

Ingresso: Gratuito




E finalmente si torna in scena! Tempi di Covid, tempi difficili per il teatro e per l’arte in generale. Ma c’è chi non molla e non appena si è presentata l’occasione, l’Associazione ATC “Teatro? Sì, grazie!” ne ha approfittato per ri-proporre la messa in scena della performance del Gruppo Spettacolo TSG.
Infatti, la commedia “Nubicuculìa, la città degli uccelli”, adattamento e riduzione della commedia antica di Aristofane “Gli uccelli”, sarebbe dovuta andare in scena il 28 marzo, che a causa dell’emergenza Covid è saltata.

Il momento sembra essere giunto, ed ecco che i 19 appassionati interpreti, che da tempo seguono i percorsi laboratoriali di “Teatro? Sì, grazie!”, vedranno le luci del palcoscenico mercoledì 26 agosto ore 20:30, all’Ateneo Bruni di Martina Franca, all’interno della rassegna teatrale martinese “Vento d’estate”. È una versione colorata e rock quella che Giovanni Di Lonardo, che ne ha curato l’adattamento e la regia, e Laura Sammataro, in veste di produttrice e aiuto regia, proporranno.
Lo spettacolo è dunque il traguardo ultimo di un percorso formativo per amanti del Teatro che ha avuto inizio nel settembre del 2019, con l’intento di rappresentare un classico della drammaturgia greca, attraverso uno sguardo contemporaneo.
Una commedia che, nonostante siano passati molti secoli, continua ad offrire stimoli di riflessione sulla società degli uomini, raccontando le contraddizioni fra il suo abbagliante splendore e la sua peculiare fragilità.

NUBICUCULÌA | La città degli Uccelli – TRAMA
Due uomini, Pisètero ed Evèlpide, disgustati dal comportamento corrotto della loro città, decidono di cercarne un’altra dove poter vivere in pace. Si recano dunque da Upupa, essere mitico per metà Uomo e per metà Uccello, proponendo a lui e ai suoi amici Uccelli di fondare insieme una città chiamata Nubicuculìa.
Dopo un’iniziale ostilità verso gli uomini da parte degli uccelli, le loro diffidenze vengono superate e cominciano i lavori. Nubicuculìa è nel cielo, a metà strada tra gli dei e gli uomini. Gli uccelli dichiarano allora guerra agli dei ed intercettando i fumi dei sacrifici offerti dagli uomini, li riducono alla fame. Al contempo, gli uomini accettano di venerare gli uccelli come le loro nuove divinità ma Pisetero scaccia dalla città molti scocciatori e intrusi. Poi riceve Prometeo che, sempre dalla parte degli uomini, gli consiglia di proporre un compromesso con Zeus, che gli darà molti vantaggi. Così dopo aver incontrato gli ambasciatori Iride, Poseidone, Eracle e Triballo, il nuovo capo della città imporrà le sue condizioni divenendo sposo di Regina, depositaria dei fulmini di Zeus e suo unico successore.
L’associazione Teatro? Sì, grazie! ha sede a Martina e si occupa della formazione teatrale di amatori e appassionati; Laura Sammataro, che si occupa dell’insegnamento della recitazione base, è un counselor artistico/vocazionale ed è un’esperta di comunicazione e di PNL terapeutica, Giovanni Di Lonardo è un attore tarantino il cui percorso artistico, eterogeneo e variegato, tocca i grandi classici, la drammaturgia contemporanea e il teatro danza. Insieme hanno fondato l’associazione TSG per perpetrare l’educazione teatrale il più possibile, produrre spettacoli di vario genere e allacciare legami artistici con attori, registi, danzatori, scrittori, perché solo attraverso l’unione si può salvare il grande tesoro che ci è stato lasciato: l’eredità teatrale e artistica del nostro Paese.

Clicca qui

commenti

E tu cosa ne pensi?