Sistole e Diastole. Giovedì il vernissage della mostra di Giordano Santoro

01/06/2021


Ingresso: ingresso libero




Giovedì 1° luglio alle ore 21, presso la galleria 1m² in via Gian Battista Vico 26 a Martina Franca, inaugura la mostra personale di Giordano Santoro dal titolo “Sistole e Diastole”.
L’opera, una scultura in tecnica mista gesso e lattice, porta con sé il bisogno di corazzarsi mantenendosi salda nel suo centro. Si libera della gravità, rivolgendosi al cielo. Equilibrata nel peso, la sfera lascia osservarsi all’interno senza troppi misticismi o remore. I petali, aperti verso l’esterno, sono liberi. Si fanno toccare, modificare nella loro naturale ondulazione.
“Le valvole regolano il corretto flusso del sangue. Come tutte le mie esperienze artistiche passate, questa é una riflessione fatta sul corpo. Nello specifico, segna un’evoluzione nel mio percorso. Ne immagino il respiro, l’apertura, la chiusura. il dare e ricevere. L’accogliere, il liberare.” 
Giordano Santoro (classe 1987), Brand and Communication Strategist e founder dell’agenzia di comunicazione BeyondBrothers. Si dedica per passione anche alla realizzazione di sculture in tecnica mista, che esplorano istinti primordiali e visioni alchemiche. Ha partecipato con le sue opere a diverse mostre tra le quali: Spazio Beante presso lo “Spazio Cactus” a Taranto nel 2015, alla 10° edizione del Festival dell’Immagine a Martina Franca (2020) e a “Materia Disseminata” allestita fino al 30 Giugno 2021 nel Giardino di Sala Guarnieri a Locorotondo.
1m² è uno spazio di un metro quadro dedicato ad esposizioni temporanee nel Centro Storico di Martina Franca. Si tratta di un’operazione nata dalla volontà di riportare l’arte a contatto con la strada e con il passante, creando un intervallo nel percorso quotidiano.
Giordano Santoro presenta “Sistole e Diastole”
2020 – Tecnica mista in gesso e lattice
Vernissage 1° luglio 2021, ore 21 
1m² – via Gian Battista Vico, 26 a Martina Franca
La mostra è visitabile dal 1° all’11 luglio 2021, 24 ore su 24, percorrendo Via Gian Battista Vico e curiosando con lo sguardo attraverso l’oblò del numero 26.

Info e collaborazioni: info@1m2.it

Clicca qui
[fbcomments]

E tu cosa ne pensi?