Un concerto per non dimenticare. L’iniziativa della Fondazione Grassi per la Giornata della Memoria

Nella Giornata della Memoria la Fondazione Paolo Grassi ricorda la tragedia dell’Olocausto con un concerto ispirato a grandi tragedie del Novecento. Venerdì 27 gennaio 2017 alle ore 20.00 nell’Auditorium della Fondazione Paolo Grassi (ingresso libero) in programma la Suite per violino, clarinetto e pianoforte da “Histoire du soldat” di Igor Stravinskij e il Trio Op.3 in re minore per clarinetto, violoncello e pianoforte di Alexandr Zemlinsky. Con Silvia Grasso (violino), Gaetano Simone (violoncello), Matteo Mastromarino (clarinetto) e Liubov Gromoglasova (pianoforte):

Silvia Grasso – violino
Silvia Grasso si diploma in violino a 17 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione presso l’Istituto pareggiato “G.Paisiello” di Taranto sotto la guida del M° F. Cafaro. Durante e dopo gli anni di formazione accademica segue corsi e stage tenuti dai maestri M.Fornaciari, E.Denisova, S.Milenkovich, W.Daga, L. Micucci, F.Mezzena, U.Danhofer e risulta vincitrice di 1° e 2° premio in numerosi concorsi nazionali ed internazionali di esecuzione musicale. Da tre anni è docente di violino presso l’Accademia musicale Rusalka di Carosino (TA) dove utilizza, nella didattica, il metodo “Colourstrings” appreso durante i corsi tenuti da G.Szilvay presso il Mozarteum di Salisburgo; è direttore artistico dell’Ass.ne Acta Fabula con la quale, dal 2011, organizza presso il Teatro comunale di Carosino una stagione concertistica e collabora, in qualità di violinista, sia per la realizzazione di concerti da camera e lirico-sinfonici che per incisioni discografiche, con numerose associazioni pugliesi, l’Orchestra Internazionale d’Italia, la Fondazione P.Grassi di Martina Franca e, in seguito al superamento della relativa audizione selettiva, con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari.

Gaetano Simone – violoncello
Si è diplomato e poi laureato come solista con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari suonando, in sede di tesi di laurea, la sonata per violoncello solo di Zoltán Kodaly, gli Stücke im Volkston di Robert Schumann e la Sonata per violoncello e pianoforte di Claude Debussy. Ha studiato violoncello con Saverio Lojacono e Nicola Fiorino e si è perfezionato in varie masterclass con Enrico Bronzi, Harvey Shapiro, Enrico Dindo, Claudio Marini, Massimo Macrì, Tamas Varga, Olaf Maninger, Arto Noras, Antonio Meneses, Wolfgang Boettcher, Wen-sin Yang. Annovera collaborazioni con orchestre come: Orchestra della Magna Grecia, Collegium Musicum di Bari, Orchestra della Società dei Concerti di Bari, Orchestra della Provincia di Bari, Orchestra della Provincia di Catanzaro, Orchestra Internazionale d’Italia. Oltre ad esibirsi come camerista nel repertorio classico e romantico, ha affrontato importanti composizioni del Novecento tra cui “Kammer Simphonie” di Shoemberg nella versione per quintetto (Conservatorio Superiore di Lugano), “Quatuor pour la fin du temps” di Messiäen (Auditorium Vallisa di Bari), “Metamorphosen di Strauss” nella versione per settimino d’archi (Teatro “Stabile” di Potenza), “Drei Kleine Stücke” per violoncello e piano di A.Webern (Palazzo della Provincia di Bari) di cui ha anche fatto un’incisione per l’Università di Bari, il Trio per archi di Schnittke (castello di Venosa), il Trio di Jean Françaix (Accademia dei Cameristi, Circolo Unione di Bari). Nell’aprile 2005 è stato invitato in Messico nella città di Jalapa, presso la Universitad Veracruzana e nella città di Puebla, presso la Benemerita Universidad Autonoma, a tenere corsi di musica da camera e violoncello.

Matteo Mastromarino – clarinetto
Si avvicina alla musica all’età di due anni grazie a suo padre Paolo. All’età di sette anni comincia a studiare clarinetto con B.Casavola, clarinettista della banda del suo paese natale. Si è diplomato nel 2012 guidato da Antonio Tinelli. Ha ricevuto borse di studio presso Lions Club International e Soroptimist Club. Ad undici anni partecipa al suo primo concorso (“Marilena Trotti”) nel quale ha vinto il premio mascotte direttamente dal presidente della giuria Garvase de Peyer. Negli anni a seguire viene premiato in prestigiosi concorsi solistici come il “Saverio Mercadante” (Terzo Premio Senior 2014), Malta International Woodwind Competition (Secondo Premio 2015), “Marco Fiorindo” International Clarinet Competition (Secondo Premio 2016), Lisbon International Clarinet Competition (Primo Premio 2015). Durante il 2015 è in Reserve List presso la Gustav Mahler Jugendorchester, Terzo idoneo presso la World Youth Orchestra e finalista presso il concorso di Secondo Clarinetto Piccolista al Teatro Petruzzelli di Bari. Nel 2014 ha suonato con l’Orchestra Giovanile dello Schloß Weißenstein di Pommersfelden (GER) presso l’omonimo festival ed è stato invitato in qualità di solista l’anno successivo per eseguire il Concerto in Fa Minore di Weber nelle città di Pommersfelden, Wiesentheid e Weißenstadt. Negli ultimi anni si è perfezionato con clarinettisti del calibro di Alessandro Carbonare, Calogero Palermo, Fabrizio Meloni, Patrick Messina, Eddy Vanoosthuyse, Karl Leister, Valeria Serangeli, Evgeny Petrov, Lorenzo Antonio Iosco, Julia Heinen. Matteo ha suonato per il Ravello Festival, l’Unione Musicale di Torino, l’Accademia Chigiana, Amici della Musica Arcangelo Speranza, PEMArt Festival e Festival Das Artes. Ha collaborato come solista con l’Orchestra ICO Magna Grecia e con l’Orquestra Metropolitana de Lisbõa con la quale ha registrato il Concerto K622 di Mozart durante il Festival das Artes di Coimbra. È stato clarinettista dell’Orchestra Giovanile Italiana ed ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini sotto le bacchette di Daniele Gatti, Jeffrey Tate, John Axelrod, Juraj Valchua, Fabio Luisi, Andris Poga, Shlomo Mintz, Giampaolo Pretto, Alexander Lonquich, Pedro Amaral e Nicola Paszkowski. Il 22 Giugno 2016 è stato premiato, assieme ad altri 21 musicisti italiani, dal Presidente della Camera Laura Boldrini nella Sala della Regina di Montecitorio durante la Giornata della Musica.

Liubov Gromoglasova – pianoforte
Nata a Riga nel 1982. Dal 1999 al 2003 ha studiato presso l’Academic Junior Music College in collaborazione con il Conservatorio di Mosca in due corsi paralleli: Pianoforte e Teoria della Musica. Nel 2003 ha conseguito entrambi i diplomi con il massimo dei voti. Nel 2008 si è laureata con lode presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, nella classe della Prof.ssa Elena Kuznetsova (piano solo), nella classe della Prof.ssa Elena Sorokina (Chamber Ensemble, duo pianistico), nella classe della Prof.ssa Irina Osipova (accompagnamento). Tra il 2009 e il 2011 ha continuato lo studio seguendo corsi di perfezionamento musicale presso il Conservatorio di Mosca, nelle classi della Prof.ssa Elena Kuznetsova (piano solo) e della Prof.ssa Elena Sorokina (duo pianistico). Ha partecipato a corsi di perfezionamento con i seguenti docenti di pianoforte: Christopher Elton (Royal Academy of Music), William Fong (Purcell Scool of Music), Andrew Haigh (Kent Scuola di Musica), Ruth Harte (Royal Academy of Music), Aglika Genova e Liuben Dimitrov (Hannover Music e Drama Academy). Si esibisce con successo a Mosca e all’estero come solista, in duo pianistico con la sorella Anastasia, con orchestra e in varie formazioni musicali. Tra i concorsi a cui ha partecipato: Rubinstein Competition di formazioni cameristiche (Mosca, 2006) – 3 ° premio (duo pianistico con la sorella Anastasia Gromoglasova); a Londra nel Concorso Internazionale di Musica (2007) – 1 ° premio (piano solo) e 1 ° premio (duo pianistico); Concorso Internazionale di formazioni cameristiche e duo pianistico “Shostakovich” (Mosca); San Marino International Piano e Piano Duo Competition (San Marino, 2010) – Diploma; A.Bakhchiev International Piano Duo Competition (Vologda, 2011) – 1 ° premio; Concorso “Muse del mondo” per solisti internazionali e formazioni cameristiche(Mosca, 2012) – 1 ° premio; Concorso di musicale internazionale Vincenzo Vitti (Italia, 2012) – 1 ° premio. Tra i Festival a cui ha preso parte: North London Piano School Festival (Gran Bretagna, 2007); Festival di Musica Classica a Troitsk (Russia, 2008); F. Mendelssohn Festival di Mosca (Russia, 2009); Festival delle Valle d’Itria (Martina Franca, Italia, 2015). E’ stata scelta come studentessa sovvenzionata del Fondo “Performing Russian Art” (2009-2010).

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.