• «La Casa Rossa», luogo della memoria, appuntamento  domenica 15 settembre

    «La Casa Rossa», luogo della memoria, appuntamento domenica 15 settembre

    In occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica, domenica 15 settembre alle ore 17,30, la Fondazione Casa Rossa organizza un incontro, con il patrocinio del Comune, presso l’omonimo stabile di fine ‘800 sito in Alberobello, dal titolo “La Casa Rossa, luogo della memoria”. Nell’occasione, la Dirigente regionale della sezione Valorizzazione territoriale Silvia Pellegrini illustrerà l’azione…

  • Il lavoro rende liberi: l’Amministrazione si scusa per i manifesti del 1° maggio

    Il lavoro rende liberi: l’Amministrazione si scusa per i manifesti del 1° maggio

    Tutto è bene quello che finisce bene, o forse no. Nella giornata di ieri l’Amministrazione comunale di Martina Franca si è scusata dopo l’affissione dei manifesti celebrativi del 1° maggio con l’infelice motto “Il lavoro rende liberi”. Le scuse non sono arrivate tramite i soliti canali (comunicato stampa e/o nota sul sito del comune) ma…

  • Dove è finita la “Memoria” a Locorotondo

    Dove è finita la “Memoria” a Locorotondo

      Per l’ennesimo anno consecutivo la nostra città, Locorotondo, uno dei borghi più belli d’Italia,  non ricorda, non commemora il giorno della Memoria. Strano, eppure questa è una ricorrenza ormai internazionale celebrata, grosso modo, in  quasi tutto il mondo per ricordare le vittime delle stragi naziste. Dal  2005 ad oggi, ogni  27 di gennaio si…

  • Festa della Repubblica. Napolitano conferisce medaglia d'oro a Cosimo Devito, deportato ad Auschwitz

    Festa della Repubblica. Napolitano conferisce medaglia d'oro a Cosimo Devito, deportato ad Auschwitz

    “Il lavoro rende liberi” dice la scritta di accoglienza nel campo di lavoro di Auschwitz uno, quello in città, attraverso il lavoro si guadagna la libertà. I nazisti però non avevano spiegato che era il lavoro degli altri, dei deportati, degli ebrei, degli zingari, dei preti cattolici, dei comunisti, degli omosessuali, dei prigionieri di guerra…