• G7. Nel francobollo si dimenticano di Fasano

    G7. Nel francobollo si dimenticano di Fasano

    Sia chiaro: Borgo Egnazia è il nome della struttura privata che ospiterà l’evento, e non il luogo, il Comune, la frazione o la via. In sintesi Borgo Egnazia è nome proprio di attività privata, al pari della pizzeria da Ciccio o hotel Diana. Eppure a Roma forse si sono dimenticati, e pensano che Borgo Egnazia…

  • Bidello molesto. Le dirigenti non intervengono. Il Ministero condannato a risarcire

    Bidello molesto. Le dirigenti non intervengono. Il Ministero condannato a risarcire

    Nonostante le denunce dei genitori di alcune ragazzine delle elementari di una scuola in provincia di Taranto, la dirigente scolastica e la dirigente amministrativa non solo non sarebbero intervenute per difendere le bimbe, ma avrebbero minacciato i genitori di una denuncia per calunnia. Il Tribunale di Lecce, per questo motivo, ha condannato il Ministero dell’Istruzione.…

  • Abusi su bimbe a scuola. Il Tribunale di Lecce condanna bidello e Ministero

    Abusi su bimbe a scuola. Il Tribunale di Lecce condanna bidello e Ministero

    La prima sezione del Tribunale Civile di Lecce, presieduta dalla giudice Silvia Rosato, ha condannato, il 27 maggio scorso, il Ministero dell’Istruzione, in solido al reo, un bidello di una scuola elementare di Martina Franca, a risarcire una giovane vittima e la sua famiglia, difesi dagli avvocati Giuseppe Serio e Francesco Zaccaria, per centocinquemila euro.…

  • Processo Ilva. L’avvocato di Vendola annuncia l’impugnazione della sentenza

    Processo Ilva. L’avvocato di Vendola annuncia l’impugnazione della sentenza

    Si è concluso lunedì 31 maggio, dopo un numero sterminato di udienze, con la lunga pronuncia del dispositivo da parte della Corte d’Assise di Taranto, il processo di primo grado, denominato “Ambiente Svenduto”. Si è trattato di una pronuncia molto dura, che ha forse risentito anche della situazione ambientale e che ha avutoun fortissimo impatto…

  • Lamie di Olimpia: lunedì 24 giugno inaugurazione pozzo artesiano

    Lamie di Olimpia: lunedì 24 giugno inaugurazione pozzo artesiano

    Lunedì 24 giugno 2019 sarà inaugurato il pozzo artesiano di contrada Lamie di Olimpia a Locorotondo. Il taglio del nastro avverrà a seguire la conferenza stampa che si svolgerà a Martina Franca intorno alle ore 12,30 in loco (c.da Lamie di Olimpia-Locorotondo). Alla cerimonia prenderanno parte: l’assessore regionale ai Trasporti avv. Giovanni Giannini; il Presidente…

  • Processo Ilva. Cosa ha detto Vendola

    Processo Ilva. Cosa ha detto Vendola

    L’ex presidente della Regione Puglia respinge le accuse di concussione, rispondendo alle domande del processo Ambiente Svenduto per più di due ore. L’aula bunker a Paolo VI è tutta per lui, accusato di concussione nei confronti dell’allora Direttore Generale di Arpa Puglia Giorgio Assennato, sul quale, secondo l’accusa, avrebbe fatto pressione per far cambiare rotta…

  • Femminicidio, blianci e prospettive: convegno a Taranto dopo 5 anni di sperimentazione sulla legge n. 119/2013

    Femminicidio, blianci e prospettive: convegno a Taranto dopo 5 anni di sperimentazione sulla legge n. 119/2013

    “La legge n. 119/2013 sul ‘femminicidio’ dopo 5 anni di sperimentazione: bilanci e prospettive”. Questo il titolo del Convegno che svolgerà a Taranto giovedì 22 novembre, con inizio alle ore 9.30 presso la Sala Conferenze del Dipartimento Jonico dell’Università di Bari “Aldo Moro” (Via Duomo 259). Al Prof. Nicola Triggiani, Ordinario di Diritto processuale penale…

  • Crack Banca della Valle d’Itria. C’è il rinvio a settembre. Ammessa una parte civile

    Crack Banca della Valle d’Itria. C’è il rinvio a settembre. Ammessa una parte civile

    Il processo per il crack della Banca Valle d’Itria e Magna Grecia è stato rinviato il 25 settembre, ma nell’udienza del 24 aprile scorso è stata ammessa una parte civile, ovvero uno dei circa duemila soci che hanno perso tutto. La banca è stata ceduta alla cifra simbolica di 1 euro a BancApulia (Gruppo Veneto…

  • Un Suv distrutto nella notte. Ma il giudice li assolve

    Un Suv distrutto nella notte. Ma il giudice li assolve

    Sono stati accusati di danneggiamento aggravato, per aver distrutto un costoso Suv per motivi di gelosia, ma il giudice li assolve. I fatti, accaduti a Martina Franca a maggio del 2011, riguardano due ragazzi di Martina Franca, che all’epoca avevano circa vent’anni, accusati di aver distrutto il Suv dei genitori di un rivale in amore…