Martina Franca. Ospedale, l’ASL rassicura Idealista: più personale e reparti di nuovo a pieno regime

/ Autore:

Politica, Società


Lo scorso martedi 14 marzo, il Movimento politico IdeaLista ha incontrato a Taranto il Direttore Generale della Asl di Taranto, Stefano Rossi, e il Direttore Medico del P.O. Valle d’Itria, Gianfranco Malagnino. È stata l’occasione per proseguire un dialogo costruttivo, avviato già da tempo, finalizzato al miglioramento della qualità dei servizi offerti alla persona, tutela dei diritti del malato e delle famiglie e valorizzazione delle eccellenze professionali e mediche dell’ospedale martinese:

Nel corso dell’incontro si è posto l’accento sui temi dell’accoglienza nei confronti degli utenti e della qualità dei servizi che un ospedale, che si pone l’obiettivo di perseguire l’eccellenza, deve porsi. Un bacino d’utenza su scala interprovinciale che deve servire circa 100 mila unità, secondo una stima fornita dalla stessa direzione generale, con reparti all’avanguardia su cui occorrerebbe impegnarsi maggiormente attraverso l’investimento sulle risorse umane, argomento c ardine della gestione sanitaria.

Il tema della salute – per IdeaLista – “non è un argomento che può essere ritenuto appannaggio della propaganda politica, al contrario sono temi che appartengono a tutti e devono rappresentare il primo punto di qualsiasi programma politico, che si parli di Comuni di Regioni o di Governo. Tutto ciò è valido maggiormente per un movimento politico come IdeaLista, che ha posto da sempre al centro del suo manifesto programmatico l’attenzione verso le fasce più deboli della popolazione e verso il cittadino comune. Piuttosto – dice ancora IdeaLista – in questi anni abbiamo assistito a una politica che ha utilizzato l’ospedale per costruire le proprie campagne elettorali a scapito della reale valorizzazione della struttura, anche quando la Regione Puglia ha messo in discussione la sopravvivenza del nostro ospedale in una logica di riordino ospedaliero che poneva la questione economica al di sopra dei bisogno di assistenza sanitaria e di welfare”.

All’incontro hanno preso parte, assieme ai vertici della direzione sanitaria, il leader del Movimento Politico IdeaLista, Michele Marraffa; il segretario politico, Giovanni Calianno; e il Responsabile dei Cantieri IdeaLista Pasquale Massafra. Massima la disponibilità manifestata dalla direzione generale della Asl di Taranto nell’ascoltare le questioni sottoposte da IdeaLista, con la consegna di un dossier che analizza punto per punto le criticità attualmente esistenti nel nosocomio martinese, assieme ad alcune proposte di miglioramento.

È stato richiesto un potenziamento del Pronto Soccorso sia in termini di attrezzature, ma soprattutto attraverso la dotazione di risorse umane, medici e infermieri, che siano messi nelle condizioni di poter offrire un servizio all’altezza, ma anche un richiamo a tutto il personale affinché ciascuno continui a sentirsi al servizio dei pazienti e dei familiari. Contestualmente è stato richiesto un potenziamento della Guardia Medica, in modo tale da essere da supporto al lavoro dei sanitari del servizio del 118 e riducendo l’affluenza, laddove possibile, allo stesso Pronto Soccorso. Quello dei medici e degli infermieri – dice IdeaLista – “è un lavoro difficile ma allo stesso tempo molto gratificante, perché ti fa sentire utile alle persone che a loro si rivolgono per avere un aiuto. Più che un semplice lavoro è una vera e propria missione e tale deve essere intesa da tutto il personale”.

Per far sì che tutto questa avvenga occorre ricreare ambienti accoglienti e quanto più possibile familiari e mettere lo stesso personale nelle condizioni di poter condurre serenamente le attività quotidiane. Nel reparto di Ortopedia, per esempio, è in servizio un Dirigente Medico con incarichi presso altre strutture. “Riteniamo non sia possibile avere medici in prestito, considerata anche la mole di lavoro del reparto – dice IdeaLista – abbiamo chiesto che quel dirigente medico resti in servizio solo a Martina Franca e dedichi la sua attività al nostro ospedale e lo stesso vale per altri casi di medici “in prestito” in servizio a Martina”.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche del decoro dei luoghi, dell’accoglienza dei pazienti e della tutela della privacy. Per esempio, i pazienti che attendono di essere visitati non possono sostare ore ed ore davanti all’ingresso dell’Ospedale. Chi si rivolge al medico, evidentemente, è colui che ha un problema di salute e deve trovare un posto accogliente e riservato dove attendere il suo turno, senza farsi vedere da chiunque accede all’interno del nosocomio. Particolare attenzione, soprattutto, deve essere riservata ai pazienti del reparto di oncologia. “Ci sono stati segnalati – dice IdeaLista – casi di attese di oltre 4 ore per le visite di controllo dei malati oncologici. Abbiamo ricevuto rassicurazioni circa l’arrivo di nuovo personale presso l’oncologia che porterà a una migliore organizzazione tra la le visite ambulatoriali e la somministrazione delle terapie oncologiche”.

È stato inoltre evidenziato il cattivo funzionamento del servizio di centralino telefonico centralizzato tra i diversi presìdi sanitari, per cui saranno avviati interventi di carattere formativo sul personale, perché il centralino telefonico rappresenta la prima interfaccia tra utente e struttura sanitaria e, come tale, anche qui si richiede la giusta dose di preparazione di professionalità. Alla direzione sanitaria, inoltre, IdeaLista ha chiesto la valorizzazione delle eccellenze mediche e di tutto quel personale che, con abnegazione e sacrificio, svolgono il lavoro a cui sono chiamati quotidianamente. Allo stesso modo occorre isolare tutti i fannulloni. Sono state segnalate, inoltre, delle difficoltà nell’erogazione dei servizi da parte della struttura del distretto sanitario, con cure domiciliari giunte in ritardo o in taluni casi assenti. Segnalati i ritardi nella distribuzione  dei ventilatori per la respirazione assistita e di altre attrezzature mediche utili al miglioramento della qualità di vita dei pazienti allettati.

IdeaLista ha chiesto, inoltre, un aumento dei posti letto e un potenziamento immediato del reparto di cardiologia e terapia intensiva post-operatoria utilizzando i macchinari e le sale già finanziate e pronte per essere operative. In tal senso la Direzione Sanitaria ha confermato che si stanno ultimando gli 8 posti letto e che a breve saranno messi a disposizione. Per quanto riguarda il Pronto Soccorso si passerà dai 7 ai 12 medici in servizio, assieme all’arrivo di altri 3 infermieri che porteranno anche a un miglioramento delle prestazioni durante il turno di notte, già a partire dal prossimo 1° di aprile. Nel giro di un mese torneranno a regime i reparti di oculistica, otorino e la pediatria tornerà finalmente in un reparto completamente nuovo nella sua collocazione a terzo piano. IdeaLista, infine, intende ringraziare la Direzione della Asl di Taranto per la proficua collaborazione e la disponibilità al dialogo costante a cui si è resa disponibile nei confronti del nostro movimento politico, nel reciproco rispetto dei ruoli istituzionali.


commenti

E tu cosa ne pensi?