ITN: l’azienda dice no al confronto

/ Autore:

Economia, Società



Pubblichiamo un comunicato stampa della CGIL e della CISL sulla vertenza ITN.

Le Organizzazioni Sindacali Filctem CGIL, Femca CISL, con tristezza comunicano che la crisi aperta dall’azienda ITN di Martina Franca è irreversibile: il futuro delle 144 famiglie coinvolte dalla crisi non potrà che essere la disoccupazione.

L’azienda ha scelto di proseguire a testa bassa sulla strada che si era prefissata da Pasqua nonostante l’impegno delle OOSS e degli Enti, in particolare la Regione Puglia, al cui tavolo aveva deciso di sedersi per studiare una possibile strategia di uscita dalla crisi [qui potete leggere la richiesta di incontro firmata da Giuseppe Massafra della CGIL e da Tiziana Marini della CISL]. Eppure, nonostante anche l’impegno dei funzionari regionali, a trattative aperte, l’ITN comunica unilateralmente la scelta di non voler proseguire oltre: nessun piano industriale, nessuna idea per il futuro. O meglio, la peggiore: conservare il commercio e spostare la produzione altrove, forse dove costa meno. Con buona pace per le famiglie dei lavoratori.

Martedi prossimo è convocato, in Provincia, l’incontro tra azienda e sindacati per la discussione sulla procedura di Cassa Integrazione Straordinaria avviata dalla Società.


commenti

2 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti