Il Pergolo: una discarica pubblica?

/ Autore:

Società



[Questo è il primo post di Doryphotos, un lettera accorata affinchè tutti ci facciamo carico della tutela e della salvaguardia del territorio in cui viviamo. Nonostante il tema, ci piace sottolineare che le foto sono davvero fatte bene.
Massimiliano Martucci]

Pergolo, ore 8:30 del mattino:  un ragazzo con un Apecar, motocarello o come diamine si chiama, carico zeppo di ferraglia, immondizia e quant’altro si dirige verso il pacheggio vicino a Vigili del Fuoco e scarica due copertoni di camion. Non ha scaricato altro in quanto dopo aver compiuto il fattaccio, si è accorto della mia presenza (purtroppo non sono riuscita a prendere il numero di targa per denunciare). La piazzola antistante (per intenderci quella dove la sera si appartano le coppiette) è stata bloccata da cumuli di immondizia anzichè chiudere il cancelletto già presente. Allora…se a qualcuno lì in zona non va bene il fatto che le coppie possano avere un “luogo” dove stare in intimità senza dar spettacolo a passanti, potrei anche essere d’accordo ma non va per niente bene il fatto di aver provveduto da sè a far sì che il Pergolo pian piano diventi una discarica a cielo aperto: posto che si è cercato di riqualificare (dato già lo scempio di quell’orrido edificio crollante) con il Palazzetto dello Sport, graffitando i muri per abbellire quel muraglione grigio, ingrandendo la strada che sbocca in via Taranto e rimettendo a nuovo il tiro a segno.In quel posto, c’è gente che ad ogni ora della mattina, del pomeriggio e della sera, passeggia e si allena in quanto luogo privilegiato per questo. Questo è solo uno dei numerevoli casi di “indecenza cittadina” che ci sono nella nostra città. La mia è una vera e propria “stanchezza” nel vedere come nel territorio di Martina Franca e limitrofi, ci sia incuria sia da parte dei cittadini che dalle forze dell’ordine, nei confronti del nostro territorio. Mi sono rivolta a voi in quanto sicuramente ascolterete ad orecchie tese e farete in modo che si faccia qualcosa. Sono anche pronta con il vostro aiuto e l’aiuto di gente che ama il territorio in cui vive, a rimboccarmi le maniche e togliere quei cumuli di immondizia…da qualche parte bisogna pur iniziare per farci ascoltare. Se chi di competenza non avrà orecchie per farlo, starà a noi cittadini con l’aiuto di associazioni e tutti coloro che hanno coscienza e rispetto nei confronti del territorio, farci ascoltare a gran voce!Iniziamo a riprenderci i diritti che ci hanno tolto.

[slideshow]


commenti

2 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • Francesco G. ha detto:

    Un’ottima iniziativa, caro Massimiliano: non ti conosco personalmente, ma apprezzo moltissimo il tuo impulso (certamente dettato da passione, amore per il nostro territorio e voglia di rilanciarlo), nonché l’idea del blog e della sua forza.
    Io stesso cerco -saltuariamente- di curarne uno di natura prettamente giuridica, cui dovrò riaffacciarmi presto, dopo le ferie estive (www.legalestudio.net).
    Ci vuole impegno -come ben sai- pazienza e tempo, tuttavia, per accrescere la rete di contatti e, di conseguenza, la portata e l’interesse attorno ad un preciso sito internet.
    Ti auguro che tutto ciò possa accadere.

  • Grazie! Martina News ospiterebbe volentieri i tuoi post, qualora fossero di interesse generale…