Partito Liberale: la priorità è il Piano Urbanistico

/ Autore:

Politica


Dobbiamo rivalutare il buon nome della città e riportarla allo splendore di un tempo perché Martina non può essere la città del panzerotto ma la città più fiorente e più bella della Puglia!

Il Partito Liberale Italiano, è tornato a Martina Franca pronto a lanciarsi nella sfida della competizione politica locale. Il suo programma è chiaro e le proposte concrete, almeno secondo la nota stampa diramata ieri a seguito della conferenza di presentazione presso il Caffè Tripoli. Innanzitutto il Piano Urbanistico Generale e la riorganizzazione dell’Ufficio Tecnico Comunale, quindi la redazione di un Piano del Commercio e il rilancio della zona industriale, poi turismo culturale e rilancio del territorio, a partire dalle contrade Carpari e San Paolo. Infine, ma non per importanza, la tutela dell’ambiente contro le discariche abusive e la promozione della raccolta differenziata.

Come ricorda il sito nazionale, il PLI ha come priorità il ristabilimento dell’etica al centro della politica, ma non traspare l’ipotesi di un apparentamento in vista delle prossime amministrative: “più che alle formule politiche, sarà interessato alla qualità di donne e uomini che vorranno impegnarsi per Martina Franca“. Il partito, protagonista della storia politica italiana, il partito di Benedetto Croce, per intenderci, si sciolse nel 1994, travolto da Mani Pulite, è stato rifondato nel 2004. Difensore della laicità dello Stato, è stato molto attivo nel referendum per l’abrogazione del Porcellum.

Alla conferenza stampa erano presenti il coordinatore cittadino Gianpaolo Tettei, attivissimo cittadino, da alcuni anni impegnato in politica, Francesco Galeone, coordinatore provinciale e il coordinatore regionale, nonchè membro della Direzione Nazionale del Partito, Giuseppe Carrieri.


commenti

E tu cosa ne pensi?