Martina Franca, chiusura reparti ospedale: parla il Centrosinistra

/ Autore:

Politica



Nunzia Convertini invia una nota stampa a nome di tutto il tavolo del centrosinistra martinese:PDSelIdvPdCILa Puglia per Vendola e Amo Martina, sulla questione dell’ospedale. Tutti d’accordo per l’accorpamento ma entro due settimane un evento per spiegare per bene cosa accade, al di là dello “sciacallaggio” di questi ultimi giorni.

Ecco il comunicato integrale:

Le segreterie del PD, SEL, PDCI e il movimentola Pugliaper Vendola e Amo Martina, intervenute alla r iunione di centro sinistra di lunedì 31 ottobre con i consiglieri regionali Pentassuglia, Laddomada, Mazza e Cervellera si esprimono favorevolmente circa l’accorpamento dei reparti oggetto di potenziale chiusura.

La delibera della ASL arriva dopo ore concitate che hanno interessato tutti i livelli istituzionali, tutti i cittadini e i partiti, che si sono confrontati con delle decisioni che la Regione è stata costretta a prendere a causa del piano di rientro, del blocco del turn-over e dei tagli che lo stato centrale ha imposto alla Puglia.

Abbiamo assistito, però, in questi giorni a movimenti e atteggiamenti che non sono ammissibili perché non si può speculare sulla salute dei cittadini. Risolta la contingenza occorre ragionare tutti insieme per valorizzare due reparti di eccellenza, come ginecologia e cardiologia.

Occorre dare ai cittadini la giusta informazione, è compito di tutti gli interessati fornire dati e prospettive  dell’intera provincia jonica; quello a cui invece si è assistito è uno sciacalaggio a danno di tutti i cittadini e di quegli operatori sanitari a cui dal mese di novembre non verranno rinnovati i contratti.

I medici, come i partiti e i movimenti, devono stare dalla parte degli utenti a cui va garantita la giusta assistenza sanitaria, non dimenticando, naturalmente, che la crisi economica che stiamo vivendo impone razionalizzazioni di spesa e creazioni di eccellenze efficienti.

I partiti del centro sinistra di Martina hanno chiesto ai loro rappresentanti istituzionali di impegnarsi in Consiglio regionale perché si possa discutere del futuro dei reparti del nostro ospedale in modo serio e di prospettiva, a vantaggio dell’intero territorio jonico.

Dal canto loro, i partiti si impegnano, nelle prossime due settimane, ad organizzare un evento pubblico (in cui si chiarisca a tutta la città cosa sta accadendo al sistema sanitario pugliese e cosa potrebbe succedere al nostro nosocomio), facendo intervenire l’assessore Fiore o il Presidente della commissione sanità, unici interlocutori credibili in questo periodo dal momento che, l’inizio della campagna elettorale, ha portato molti a giocare sulla disinformazione dei cittadini, i cui sentimenti e il cui futuro devono essere rispettati da tutti indistintamente.

Segreteria PD

Nunzia Convertini           


commenti

8 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • Pietro Andrea Annicelli ha detto:

    Un problema politico a Martina è Pentanessa: l’alleanza strategica e la controdipendenza d’interessi tra settori del sedicente Centrosinistra e settori del sedicente Centrodestra che potrebbero benissimo fare insieme un Centrocentro estremista che, ovviamente, non avrebbe molto a che fare con una seria e alta politica di mediazione, quella cioè che è necessaria in questa fase per Martina. Un esempio? Lino Nessa e Nunzia Convertini sono gli unici che non mi mandano comunicati stampa. Credo che avvenga perché, inconsciamente, sanno che in essi si dedicano più al teatro politico, cioè al presenzialismo vuoto di sostanza, che alla seria comunicazione politica, cioè a far capire i problemi e le soluzioni.

  • Pietro Andrea Annicelli ha detto:

    Un problema politico a Martina è Pentanessa: l’alleanza strategica e la controdipendenza d’interessi tra settori del sedicente Centrosinistra e settori del sedicente Centrodestra che potrebbero benissimo fare insieme un Centrocentro estremista che, ovviamente, non avrebbe molto a che fare con una seria e alta politica di mediazione, quella cioè che è necessaria in questa fase per Martina. Un esempio? Lino Nessa e Nunzia Convertini sono gli unici che non mi mandano comunicati stampa. Credo che avvenga perché, inconsciamente, sanno che in essi si dedicano più al teatro politico, cioè al presenzialismo vuoto di sostanza, che alla seria comunicazione politica, cioè a far capire i problemi e le soluzioni.

  • Massimiliano Martucci ha detto:

    Non credo che il fatto che non ti mandino comunicati stampa implichi il loro valore politico. Quest’ultimo è determinato da altre cose. O no?

  • Massimiliano Martucci ha detto:

    Non credo che il fatto che non ti mandino comunicati stampa implichi il loro valore politico. Quest’ultimo è determinato da altre cose. O no?

  • Pietro Andrea Annicelli ha detto:

    Indubbiamente: io ho fatto un esempio. Vuoi che ti parli di quando, nel 2007, Gianfranco Chiarelli chiese in Consiglio regionale a una componente del direttivo dei Ds di accettare l’imposizione della candidatura di Giandomenico Bruni perché, se fosse arrivato al ballottaggio con Franco Palazzo, candidato del Centrodestra, che quindi lui ufficialmente avrebbe dovuto sostenere, «vi potremmo dare una mano»? Del resto, a non mandare a me i comunicati stampa Nunzia Convertini fa la figura della rancorosa “-ista”, scegli tu a quale “-ismo” accomunarla tanto è la stessa cosa. Diceva Pietro Nenni che la politica si fa senza sentimenti e risentimenti: ma Nunzia Convertini non fa politica, bensì atti di presenza.

  • Pietro Andrea Annicelli ha detto:

    Indubbiamente: io ho fatto un esempio. Vuoi che ti parli di quando, nel 2007, Gianfranco Chiarelli chiese in Consiglio regionale a una componente del direttivo dei Ds di accettare l’imposizione della candidatura di Giandomenico Bruni perché, se fosse arrivato al ballottaggio con Franco Palazzo, candidato del Centrodestra, che quindi lui ufficialmente avrebbe dovuto sostenere, «vi potremmo dare una mano»? Del resto, a non mandare a me i comunicati stampa Nunzia Convertini fa la figura della rancorosa “-ista”, scegli tu a quale “-ismo” accomunarla tanto è la stessa cosa. Diceva Pietro Nenni che la politica si fa senza sentimenti e risentimenti: ma Nunzia Convertini non fa politica, bensì atti di presenza.

  • Massimiliano Martucci ha detto:

    Hai delle opinioni politiche ben precise, che evidentemente collidono con quelle della segreteria del PD locale. Per i comunicati stampa, potresti sentire Valeria Semeraro…

  • Massimiliano Martucci ha detto:

    Hai delle opinioni politiche ben precise, che evidentemente collidono con quelle della segreteria del PD locale. Per i comunicati stampa, potresti sentire Valeria Semeraro…