Carrieri settimo alla 24 ore di nuoto di Bad Radkersburg

/ Autore:

Altri sport


Pino Carrieri durante la 24 ore di Bad Radkersburg

Pino Carrieri, il nuotatore ultramaratoneta martinese, è riuscito a centrare l’obiettivo di classificarsi nei primi dieci alla 24 ore di Bad Radkersburg svoltasi il 4 e 5 novembre scorsi.

Il quarantenne atleta del gruppo sportivo Albatros, alla fine della due giorni ha chiuso la competizione al settimo posto, completando 809 vasche per oltre 40 chilometri. «È stata una esperienza unica, in un posto bellissimo» le sue prime parole al ritorno a casa. Con lui, per quello che è un vero ritrovo a livello internazionale e che può definirsi un campionato europeo di specialità, altri due italiani classificatisi primo (Giaconia) e terzo (Salvi).

Carrieri, alla sua prima partecipazione alla competizione austriaca, ha pagato in parte proprio la mancanza di esperienza, pur non essendo nuovo ad imprese del genere. «Come previsto mi sono fermato durante la notte, ma nonostante ciò ho sofferto il troppo tempo passato in vasca. Inserito nella corsia con i sedici migliori maratoneti, ho viaggiato ad un ritmo costante. Ho pagato, a lungo andare, un dolore ad un braccio, per il quale ho dovuto prendere un anti infiammatorio pur di continuare. Ma la cosa che mi ha fatto perdere tanto tempo è stato un senso di nausea per le troppe ore passate in acqua. Questo mi ha fatto perdere parecchie posizioni. Venerdì mattina in classifica ero sedicesimo, ma sono riuscito a ritrovare e a convogliare nelle braccia e nelle gambe le ultime energie residue per recuperare parte del terreno perso in precedenza. È stata la svolta della gara, e lo sprint che mi ha permesso di raggiungere la settima piazza lo portato a compimento nell’ultima mezzora».

Ora sorride Pino, ricordando l’impresa e il volto di tutti quegli atleti che sono visti superare nelle ultime tre ore. «Mai come questa volta mi è stato utile il mio allenatore, Martino Barratta, che voglio ringraziare pubblicamente per l’ottimo lavoro svolto. Oltre a seguirmi da vocino e darmi i consigli più giusti in tutte le fasi della manifestazione, è stato in costante contatto con i monitor e mi ha passato i progressi in tempo reale. Anche grazie a questo aggiornamento in tempo reale sono riuscito a risalire la graduatoria».

L’acqua termale di Bad Radkersburg ha permesso al nuotatore martinese di migliorare il suo record personale relativo alla 24 ore. Nella precedente occasione a maggio ad Osio di Sotto, Carrieri nuotò (in vasca corta) per poco più di 39 chilometri. Distanza che oggi è solo un ricordo visti i 40 chilometri e mezzo nuotati tra il 4 ed il 5 novembre.

La graduatoria finale della manifestazione

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?