Vietato ballare. Parla la Confcommercio: durante le feste non ci saranno sanzioni

/ Autore:

Cronaca


nella foto Roberto Massa

“La diffida ha avuto tempi e modi sbagliati”. Questo è il parere di Roberto Massa, da poco presidente della delegazione di Confcommercio di Martina Franca. Ieri c’è stato un direttivo ad hoc della categoria e quindi un incontro con Mastrovito e con la dirigente ad interim Merico, firmatari dell’atto pubblico. Ma se sono sbagliati i modi, che hanno messo paura, e i tempi, proprio sotto Natale, nel merito della questione ammette che la mancanza di controlli e di riferimenti normativi e politici certi, come un Piano del Commercio o un Piano del Turismo, ha permesso a qualche esercente di fare il furbo e di alzare troppo il volume. “Se la diffida c’è stata, il motivo esiste, ma si poteva trovare una formula migliore”. Entro domani, dice Massa, il Comune ha promesso di mandare alla stampa un comunicato in cui chiarisce che durante le festività, grazie ad una deroga in concomitanza di eventi straordinari, come il Capodanno, prevista dal Testo Unico, si potrà continuare a mettere musica. Nelle prime settimane di gennaio invece ci saranno una serie di incontri per scrivere un regolamento di attuazione della legge nazionale.

I gestori stiano quindi tranquilli, almeno durante le feste non ci saranno blitz e retate ma, conclude Massa “qualcuno dovrebbe farsi un esame di coscienza”. Nel frattempo noi speriamo che il comunicato il Comune l’abbia mandato oggi, perchè dubitiamo che gli uffici lavorino il sabato della vigilia di Natale…

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?