Giornata della Civiltà a Martina Franca

/ Autore:

Società



Domenica 4 marzo dalle ore 10 per tutta la giornata, si svolgerà in piazza XX Settembre la prima Giornata della Civiltà indetta dall’associazione Martina TRE.  Il grave senso di sfiducia nelle istituzioni, la scarsa concretezza della macchina burocratica locale ha condotto il cittadino in uno stato quasi comatoso, di totale resa nei confronti degli avvenimenti della vita. Obiettivo di queste iniziative è risvegliare la nostra coscienza. Ossia capire che se si vuole, anche con delle piccole azioni, il cambiamento è possibile. Il Futuro ci appartiene, dobbiamo solo riconquistarlo.

L’iniziativa è suddivisa in varie aree. Nei primi stand sarà esposta una mostra fotografica avente ad oggetto la Martina del passato e la Martina del Futuro. In mezzo, la Martina del presente, dalla quale troveremo gli spunti per migliorarci. Una seconda area è invece dedicata al caldissimo tema della Sicurezza Stradale. Grazie al valoroso aiuto del Ser Martina Pubblica Assistenza AR27, che presenterà il progetto “EsSer Sicuri”, all’aiuto del “Soccorso Emergenza Radio Help 27 Ginosa”, dell’associazione “Un messaggio per la vita” con il progetto “Un messaggio per non morire”, e con l’aiuto della Croce Rossa Martina Franca, che alle 12 svolgerà una simulazione di soccorso stradale, sarà possibile trattare in maniera analitica il tema della Sicurezza Stradale. Un punto di informazione sarà predisposto assieme ad un’area “Proposta”.

Ci sarà poi una terza area in cui verrà presentato ai cittadini il Comitato Cittadino per la Salvaguardia dei Cani. L’emergenza in cui versa la struttura comunale utilizzata come Canile, ci ha imposto una attenta riflessione. Saranno pertanto presentati alla città i piccoli ospiti del canile, con tanto di carta d’identità, favorendo la pratica dell’adozione e demonizzando quella barbara dell’abbandono. Anche in questo caso ci sarà una formale proposta per risolvere il grave problema. Proposta che sarà sottoposta alla raccolta firme dei cittadini e poi inviata alle sedi competenti.

Infine la quarta area dedicata all’Ambiente con il neocostituito “Comitato della Valle d’Itria Salviamo il paesaggio”, che intende perseguire un unico obiettivo: salvare il paesaggio e il territorio nazionale e locale dalla deregulation e dalla cementificazione selvaggia.

Riscoprire il proprio territorio, le proprie radici, la propria cultura, la propria civiltà per costruire il Futuro. Sono queste le Basi che vogliamo porre.


commenti

E tu cosa ne pensi?