Martina Tre. Senso civico, canile: ottima la risposta dei cittadini

/ Autore:

Società



Dopo l’iniziativa “Salviamo il nostro Ospedale”, la pulizia del monumento ai caduti e le due giornate pro ambiente, il gruppo Martina TRE ha indetto la “Giornata per la Civiltà”, manifestazione svoltasi in Piazza XX Settembre vertente su temi d’interesse collettivo, oltre che di grande attualità, quali: Sicurezza stradale ed emergenza canile comunale.

Per quanto riguarda la prima tematica Martina TRE volge un particolare ringraziamento al SER Martina P.A. AR 27, al SER Help 27 di Ginosa, che hanno montato tende d’accampamento con annesso materiale informativo all’interno, oltre che alle Forze dell’Ordine, alla Croce Rossa che ha simulato il soccorso stradale in caso di incidente, al comitato “Salviamo il paesaggio” ed al Comitato di tutela e sostegno del canile comunale. Tra i gazebo allestiti in Piazza XX Settembre, ha destato particolare interesse nei passanti la mostra fotografica denominata “Come eravamo, come siamo e come vorremmo essere”, con materiale fotografico che attestava lo stato dei luoghi in tempi remoti, presenti e futuri, quest’ultimo reso possibile grazie alle modifiche apportate alle foto e alla presentazione di proposte concrete per rendere esecutive tali idee. Un nuovo metodo comunicativo che punta a porre il cittadino in condizione di essere parte attiva del rilancio sociale e culturale della città, attraverso piccoli gesti quotidiani.

In merito alla questione canile comunale, il medesimo gruppo ha costituito un Comitato Cittadino per la salvaguardia degli animali, capace di raccogliere, nel proprio stand, 600 firme (ed inoltre 156.33 euro, che sommati agli oltre 400 raccolti da Vox Populi, vanno a costituire una cifra considerevole con la quale verranno comperate coperte e cucce per i cani). Compiti del Comitato, sensibilizzare circa la prevenzione del fenomeno del randagismo, circa la sterilizzazione degli animali, circa la promozione dell’adozione dei cani ed altresì la ristrutturazione della struttura tutta nella quale operano i gestori del canile comunale e sono ospitati i cani, costretti a vivere in condizioni di assoluto disagio. Per quanto concerne la risoluzione di tale problema, che il Gruppo Martina TRE aveva sollevato all’A.C. tramite un lettera nella quale veniva esortata la stessa ad intervenire con tempistiche immediate, il responsabile del procedimento, Dott. Arch. Bartolomeo Zizzi, ha lasciato intendere dell’esistenza di una procedura in corso d’opera per la realizzazione di un nuovo canile che sarà in grado di ospitare 350 cani circa; nella comunicazione del responsabile del procedimento, però, viene specificato altresì che la struttura verrà posta in essere non prima dell’attuazione di valutazioni tecniche con calcolo di annesse spese occorrenti (da inserire nello specifico capitolo del compilando nuovo Bilancio). Tradotto, un lungo iter burocratico che rischia di aggravare ulteriormente la già precaria condizione nella quale versa il canile comunale sito alla Via Mottola in contrada Paglierone.


commenti

E tu cosa ne pensi?