Animali rinchiusi in un casolare. Cane salvato dalle auto e mistero sul padrone scomparso

/ Autore:

Società


Da una nota pubblicata su facebook dall’associazione Martina Tre, veniamo a conoscenza di un ritrovamento al quanto incredibile con misteriosi risvolti.

Sulla SS 172 a circa 1 km da Martina Franca in direzione Taranto, un cucciolo di cane, presumibilmente di 5-6 mesi, ha attraversato la pericolosissima strada incrociando l’auto di  Comasia Tagliente che, scesa dall’auto, l’ha salvato da un tir che si avvicinava ad alta velocità. Atto coraggioso di una donna che, a parer degli amici dell’associazione Martina Tre, è una “grande amante degli animali“.

Pensando ad una fuga del cucciolo, si è diretta verso quella che sembrava essere la casa di provenienza del cane, ma arrivata sul posto ha notato subito le condizioni di questo casolare, apparentemente abbandonato. Dalla nota pubblicata su facebook si evince la condizione di vita non proprio dignitosa del cane e di altri animali presenti nel casolare.  “Vive legato sotto una pensilina della casa del suo padrone, in un ambiente sporco, maleodorante e con una grande gabbia di fianco dove ci sono 30-40 colombi chiusi in condizioni pietose, alcuni dei quali in gabbiette di nemmeno un metro quadrato, purtroppo ha una grossa lacerazione semicicatrizzata sul collo, probabilmente causata dalla corda“.

Comasia Tagliente ha avvisato subito le autorità competenti e il responsabile dell’associazione Stefano Coletta che, insieme ai carabinieri, si è recato sul posto alle 15.00 di oggi per accertarsi della situazione.

Nel casolare sembra viverci un cinese misteriosamente scomparso da dicembre, identità accertata tramite la targa di un furgone parcheggiato nello spiazzale accanto al casolare. Ma la vicenda non è ancora molto chiara, cercheremo nei prossimi giorni ulteriori informazioni a riguardo.

Il cane, nonostante fosse legato da chissà quanto tempo, è vissuto per questi mesi grazie all’attenzione dei vicini che, a dir loro, gli hanno fornito cibo e acqua.

La nota dell’associazione termina con un accorata richiesta a cui vogliamo dare eco: “Cerchiamo di adottare questo splendido cucciolone. Ha bisogno di tanto affetto.

Chi è interessato può rivolgersi direttamente all’associazione.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?