Presentazione delle liste a sostegno di Franco Mariella Sindaco

/ Autore:

Politica


Prevista inizialmente in piazza, la presentazione del candidato sindaco Franco Mariella e delle liste che lo sostengono, si è spostata poi al Park Hotel a causa del maltempo.

A sostenere la candidatura di Franco Mariella c’erano tra gli altri, Rocco Monaco, Presidente nazionale del Partito dei Consumatori e Adriana Poli Bortone, leader di IoSud.

Ad aprire l’incontro è Rocco Monaco  che rivolgendosi alla platea, per la cronaca non numerosissima, dice: “I partiti politici sono finiti, la Senatrice Poli Bortone ha fatto alleanze solo con persone per bene, da Destra a Sinistra“. Ribadendo quanto sia importante il volto pulito di un candidato piuttosto che l’ideologia.

Sostenuto da Pidc e IoSud, Franco Mariella nel corso del suo intervento  ha presentato parte del suo programma amministrativo.

Alcuni punti focali del suo programma sono:  il nuovo appalto dei rifiuti,  la riorganizzazione della macchina amministrativa, il piano urbanistico generale, lo sviluppo turistico con la rivitalizzazione del centro storico che deve passare anche attraverso la concessione a cento giovani, di cento locali da adibire a botteghe artigiane. Sullo sfondo dell’azione amministrativa, la questione morale imprescindibile, la competenza di chi deve amministrare, la coesione della compagine consiliare a supporto dell’azione del sindaco.

Rimarcando la sua diversità rispetto ai concorrenti nella gara elettorale, definisce strana e anomala la situazione dei due candidati Marraffa e Schiavone che, a parer suo, “sono due facce della stessa medaglia, pdl e pdl2“.  Questo a detta di Mariella dovrebbe favorirlo in sede di voto. Anche la Senatrice Poli Bortone definisce apertissima la gara elettorale, ricordando di come De Magistris a Napoli, sia riuscito a vincere con solo 3 liste a suo sostegno nonostante la forza politica degli altri candidati, “non esistono più partiti monolitici” – dice la Senatrice ” la gara è apertissima e nessuno può sentirsi già vincitore“.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?