Enzo Pascali, candidato consigliere Partito Democratico

/ Autore:

Uncategorized


Mi chiamo Enzo Pascali, sono nato il 27 luglio del 1961 a Galatina (Lecce), dove sono vissuto sino all’età di 14 anni, quando con la famiglia mi sono traferito a Martina Franca.

Qui, grazie all’esperienza negli scout, incontro la speleologia: in breve la curiosità per le grotte diventa un’occupazione principale, tanto che nel 1977, con quattro amici, “rifondiamo” il Gruppo Spelologico Martinese, di cui sono stato presidente dal 1989 al 2001.

La passione per la speleologia mi spinge a formarmi e a metterla a disposizione degli altri. Divento volontario di Protezione Civile del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e partecipo ai soccorsi in occasione della tragedia del terremoto in Irpinia, dando il mio contributo a quel che rimanere del paese di Balvano.

Molti anni più tardi, dal 7 al 10 aprile del 2009, presto il mio contributo di soccorso, nelle macerie della città de L’Aquila.

Alla fine del 2010 lascio il CNSAS ricevendo un gradito Attestato d’Encomio da parte del Ministero dell’Interno.

Col tempo mi sono specializzato, sono diventato Istruttore nella Scuola di Speleologia della Società Speleologica Italiana, l’associazione di riferimento nazionale in cui svolgo due mandati da consigliere e grazie alla quale sono stato nominato membro della Commissione Tecnica della Regione Puglia (Legge Regionale 32/86)

Per tre mandati sono in Consiglio Direttivo della Federazione Speleologica Pugliese, due dei quali con l’incarico di Vicepresidente.

Andando in giro nel territorio, anche negli angoli più nascosti, ho scoperto da subito che le grotte, venivano utilizzate come discariche di ogni sorta di rifiuto ed ho impegnato molto del mio tempo a cercare di risolvere il grave problema, vista la stretta correlazione tra un territorio carsico inquinato e la qualità delle falde idriche. Mi specializzo quindi nelle bonifiche di siti carsici e dopo aver avuto varie esperienze da volontario, ho prestato le mie esperienze a progetti di bonifiche anche molto impegnative.

Nel tempo la mia sensibilità nelle tematiche ambientali cresce, e dedico molto del mio tempo a “battaglie” di civiltà e di rispetto occupandomi di territorio a 360°, dando il mio contributo ad associazioni, comitati e movimenti che negli anni sono cresciuti, riuscendo anche a contrapporsi a logiche di consumo del suolo prettamente speculative ed a volte condite da varie illegalità. Per questo motivo fondo, insieme ad alcuni amici, il laboratorio culturale “La Città Possibile“.

Non posso non ricordare con soddisfazione la battaglia per il referendum del 2011 contro il nucleare e contro la privatizzazione dell’acqua.

Amo la fotografia, prediligendo i paesaggi, la natura e le sue molteplici forme.

Ho partecipato a numerosi convegni, anche come autore di relazioni. Ho firmato alcuni contributi su libri e periodici.

Ma ho anche un lavoro “normale”: ho una società che si occupa di odontotecnica e questo mi permette di avere una visione della società quasi a 360° gradi. A parte le grotte, quindi, conosco i problemi dei professionisti e dei piccoli imprenditori, costretti ogni giorno a misurarsi con una società che premia i più forti a scapito dei più deboli.

Vivo immerso nella vegetazione ai margini della Valle d’Itria con la mia compagna ed i miei due figli. E posso dire che questa è la mia più grande soddisfazione.

enzopascali.it

Inserzione a pagamento secondo i temini previsti dal Codice di autoregolamentazionesulla par condicio in campagna elettorale.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?