Ancona ricorda Moro e l'Europa Unita. Ma dimentica Peppino Impastato

/ Autore:

Politica



foto da thebrainmachine.org

L’ufficio stampa del candidato sindaco Franco Ancona ha inoltrato un comunicato stampa in cui l’aspirante Primo Cittadino ricorda due importanti avvenimenti avvenuti oggi. Il primo, in ordine cronologico, è “la proposta presentata nel 1950 per la creazione di un’Europa organizzata, indispensabile negli anni del secondo dopo guerra al mantenimento della pace: l’Unione Europea in sessant’anni di storia è cresciuta aggregando nuovi stati e dandosi un sistema di norme economiche e sociali che oggi manifestano limiti e contraddizioni, imponendo di andare oltre al trattato di Lisbona, che abbia più a cuore i cittadini e non i mercati.

Il secondo avvenimento è il ritrovamento del cadavere di Aldo Moro, rapito dalle Brigate Rosse e tenuto prigioniero per 55 giorni. Ancona dice: “La memoria degli anni di piombo che ebbero nel sequestro e nell’assassinio di Aldo Moro il momento più grave e inquietante per la vita dello Stato italiano deve costantemente mantenere vivi gli ideali di democrazia e di convivenza civile, il rinnovamento della politica finalizzata alla partecipazione attiva dei cittadini, della politica stessa in quanto finalizzata al conseguimento del bene comune”.

Quello stesso giorno però, a Cinisi, veniva ritrovato il cadavere di Peppino Impastato, attivista politico, conduttore radiofonico, impegnato in una lotta senza speranza contro Tano Badalamenti, boss mafioso locale, per la quale alla fine paga con la vita. Ancona lo dimentica, ma Peppino Impastato fu ucciso proprio mentre faceva campagna elettorale, ammazzato perchè aveva dedicato la sua vita alla lotta alla mafia.

[nel video l’intervista alla mamma di Peppino Impastato, tratta dal documentario “Una giornata particolare“]


commenti

E tu cosa ne pensi?