Videochat: Franco Ancona risponde alle domande in sospeso

/ Autore:

Politica


Franco Ancona tiene fede alla parola data e ci manda le risposte alla domande lasciate in sospeso durante la diretta in videochat.

Marco B. circa il fumo nei locali comunali.

Caro Marco, Il rispetto delle regole sarà uno degli obiettivi che la mia amministrazione cercherà fortemente di perseguire. In una città in cui l’assenza, purtroppo, delle stesse regole è stata una costante, è importante ripartire dai comportamenti di coloro che per primi devono essere d’esempio.

Massimo circa l’edilizia popolare ecocompatibile

Caro Massimo, in relazione all’argomento da te proposto, cercheremo di avvalerci delle migliori soluzioni riscontrabili sia sul territorio nazionale sia su quello europeo per sviluppare un’edilizia ecosostenibile e per dare, soprattutto, a voi giovani l’opportunità di accedere all’acquisto dei predetti immobili. Detto ciò, devo sottolineare quanto sia prioritario per il bene della nostra città adottare un PUG che consenta di abbattere i costi delle rendite dovuti, principalmente, all’acquisto dei suoli strumentali all’edificabilità necessaria a soddisfare i bisogni dei cittadini. In merito a questo, mi permetto di rilevare quanto sia stato grave e dannoso per Martina Franca non rendere proficui i fondi messi a disposizione per la realizzazione di 41 alloggi di case popolari. Tutto ciò è accaduto per l’immobilismo delle amministrazioni che fino a ieri hanno governato la tua città.

Ettore, circa la viabilità

Caro Ettore, alla luce di quanto da te richiesto, sinteticamente ti elenco le mie 5 proposte:

1. Prosecuzione del progetto in itinere, perseguito dal nostro consigliere regionale Pentassuglia, inerente il finanziamento ottenuto per la circonvallazione.

2. Implementazione in città di un servizio pubblico di trasporto più flessibile e, nel contempo, meno inquinante per la stessa città.

3. Correlato a quanto indicato nel punto 2 cercheremo di sviluppare il predetto servizio anche alle zone periferiche della città con orari anche notturni al fine di soddisfare i bisogni di tutti i cittadini (vedi quartiere Don Bosco ) 

4. Individuazione attraverso le procedure per concorso di idee di aree di parcheggio mancanti, es. Viale Europa e Foro Boario

5. Collegamenti da e per il centro storico con i parcheggi esistenti e quelli individuati

Circa gli ecomostri, nei piani di rigenerazione urbana che intendiamo promuovere, occorrerà ricercare le migliori soluzioni per l’uso o il riuso o l’abbattimento di quelli che ormai sono considerati gli ecomostri di Martina.

Al Pergolo come al Votano è possibile ripensare l’uso degli spazi pubblici per avere un verde attrezzato.

Il Parco di Ortolini, opportunamente gestito anche da iniziative private, dovrà essere un luogo ove famiglie, bambini, anziani e sportivi possano trascorrere il tempo libero.

Antonia circa i “cattivi lavoratori del comune”

Cara Antonia, il giudizio su buoni e cattivi non porta mai risultati positivi. Occorre invece attraverso una oculata azione amministrativa definire gli obiettivi dell’ente e motivare il personale al raggiungimento degli obiettivi stessi, gratificandoli e penalizzandoli in base a risultati raggiunti.

Bliss sull’acquisto di una macchina lavapavimenti

Caro Bliss, L’appalto sui rifiuti, in proroga annuale ormai da 10 anni, deve prevedere anche il servizio di idropulizia per quantità e qualità adeguato alle esigenze di città che vuole tornare ad essere accogliente e attrattiva per i turisti, nonché pulita per i suoi cittadini.

Vincenzo sul rapporto con l’opposizione

Caro Vincenzo, il rapporto con l’opposizione deve recuperare i valori costruttivi della disponibilità al dialogo e del sano confronto. Credo che non contino i colori, le categorie e i partiti, quanto l’interesse primario, che è la città.

Pietro sui vigili urbani

Cercheremo di potenziare il corpo dei vigili urbani trascurato da amministrazioni che non avevano molto interesse al rispetto della legalità. In tal modo sarà possibile assicurare la presenza dei vigili urbani nei punti nevralgici.

Lucia sul mercato settimanale

Cara Lucia, occorre un riordino del mercato concertandolo con le categorie dei commercianti fissi ed ambulanti, eliminando il fenomeno dell’abusivismo, regolamentando gli spazi e garantendo la sicurezza. Occorre poi implementare il servizio di raccolta differenziata che eviti l’onta che la città subisce ogni mercoledì con l’immondizia di ogni tipo abbandonata e portata via dal vento.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?