Il Sindaco scrive ai commercianti del mercato settimanale

/ Autore:

Società


Fonte: lostradone.eu

Dal sito ufficiale del Comune di Martina Franca si può leggere la lettera che Franco Ancona, Sindaco di Martina Franca, ha scritto a tutti i commercianti del mercato settimanale.

Scrive Ancona: “Il mercato settimanale rappresenta oltre che una tradizione da valorizzare, una risorsa economica e commerciale per la Città, la quale, però, chiede ai commercianti una maggiore attenzione alla pulizia e al conferimento dei rifiuti derivanti dall’attività mercatale – continua la lettera di Ancona, che dice – nello specifico,  s’intende sensibilizzare gli operatori del mercato affinché rispettino gli obblighi posti dalle norme che regolamentano lo svolgimento del mercato e che disciplinano gli aspetti d’igiene e di sanità, oltre che di decoro urbano della Città di Martina Franca“.

Fa seguito un invito agli operatori, che nel corso della loro attività di vendita devono:

a)  raccogliere i rifiuti derivanti dall’attività lavorativa e gli imballaggi prodotti (appendiabiti, polistirolo, cellophane, ecc.) e conferirli negli appositi contenitori predisposti dalla TRADECO in città, lasciando pulito il perimetro di area assegnato al banco;

b) separare le tipologie di cartone dal restante materiale, legare e accatastare quindi il cartone, al fine di evitarne la dispersione, e lasciarlo a terra nel perimetro assegnato al banco, per consentire ai mezzi della TRADECO di ritirare le fasce di cartone e conferirlo presso le isole ecologiche questo importante materiale di scarto;

Si tratta di garantire al mercato una dimensione più umana e che, il suo svolgimento, sia eseguito “nelle condizioni igieniche idonee” evitando anche che “diventi un motivo di disagio per i cittadini“.

Franco Ancona conclude la sua lettera annunciando sanzioni pecuniarie, come previsto dall’art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000 (da 25 a 500 € ), per chi non dovesse rispettare tali e semplici norme.

“Le violazioni saranno punite con la sanzione pecuniaria e con le modalità di cui alla Legge 689/1981, con possibilità anche di comminare la sospensione temporanea dal mercato, qualora ricorra uno dei casi previsti dalle norme in materia. Pertanto, già dalle prossime settimane saranno effettuati specifici controlli per verificare il rispetto delle norme da parte della Polizia locale.”      

Si confida, quindi, sul senso di responsabilità civica degli operatori, chiamandoli ad uno sforzo congiunto con l’Amministrazione comunale affinché la Città sia orgogliosa del suo mercato.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?