Decoro Urbano: Martina Franca aderirà al network

/ Autore:

Politica



La delibera è pronta da tempo, ma non è stato fatto l’annuncio perchè prima si dovevano sistemare alcune cose, tipo trovare il funzionario incaricato ad occuparsene. Ma pare sia cosa fatta l’adesione di Martina Franca al network di comuni attivi con Decoro Urbano, una piattaforma che permette ai cittadini di segnalare all’amministrazione, in tempo reale, le cose che non vanno in città. Le categorie sono: rifiuti, per segnalare discariche abusive o cestini insufficienti, vandalismo e incuria, per segnalare scritte inopportune, dissesto stradale, per segnalare i crateri delle strade, zone verdi, per segnalare il degrado, segnaletica, per i cartelli scomparsi o insufficienti e affissioni abusive, di cui Martina Franca ne avrebbe da insegnare. Da un lato ci sono i cittadini, dall’altro c’è l’amministrazione: i primi attraverso il sito o l’app gratuita, segnalano le cose che non vanno in città e la seconda se ne prende carico, segnalando quando risolve il problema. Il meccanismo è semplicissimo perchè unisce il principio della trasparenza alle nuove tecnologie.

Uno strumento, quindi, che mette l’amministrazione di fronte alle proprie responsabilità. Uno strumento che per un’amministrazione vale la pena dotarsi solo se è certa che riuscirà ad ottemperare ai propri doveri, altrimenti è uno specchio crudele della realtà. Locorotondo ha aderito al progetto, a febbraio scorso: sulla pagina dedicata al Comune c’è la mappa con le segnalazioni. Su un totale di 44, solo 5 sono state risolte.

Il network Decoro Urbano raccoglie quasi un milione di cittadini iscritti, che quotidianamente segnalano le cose che non vanno. Partecipare, anche per il Comune, è assolutamente gratuito, me è un banco di prova non indifferente e la scelta di aderire, suggerita dalla nostra redazione il giorno dopo le elezioni, la salutiamo con piacere e per questo (perchè è utile, non perchè siamo stati noi a proporlo) offriamo il nostro supporto affinchè ci sia partecipazione da parte dei cittadini.

Non resta che attendere la presentazione ufficiale da parte della giunta.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?