Inizia questa sera il Live Music Fest

/ Autore:

Uncategorized


Due giorni di grande musica a Martina Franca, veri e propri tributi ad alcuni dei più grandi autori stranieri ed interpreti della musica mondiale.

Piazza Crispi ospiterà il Live Music Fest che inizierà questa sera, sabato 4 agosto, e si concluderà domani, domenica 5 agosto. Quattro le band che parteciperanno: Viva la Coldplay, Ultimate Earth Wind & Fire, Ohasis e The Bob Marley Experience.

La tribute band inglese dei Coldplay, che si esibirà questa sera alle ore 21.00 e domenica alle ore 23.30, vanta partecipazioni a numerosi e prestigiosi festival. “Ripropongono uno spettacolo molto simile alla rock band, si avrà l’impressione di assistere ad un concerto dei Coldplay“.

Gli Ultimate Earth Wind & Fire, che si esibiranno solo questa sera alle 22.15 “eseguono uno straordinario tributo alla più grande soul funk band degli ultimi 30 anni.” I componenti della band vantano collaborazioni con i più grandi della musica dai Queen a Stevie Wonder, da Frank Sinatra a Madonna.

Gli Ohasis, che si esibiranno sabato alle ore 23.30 e domenica alle ore 21.00, è l’unica band autorizzata a registrare un album in tributo al gruppo rock inglese.

I The  Bob Marley Experience, che si esibiranno solo domenica 5 agosto alle 22.15, “sono in assoluto la migliore tribute band di Bob Marley, almeno secondo gli organizzatori, si è esibita in tutto il mondo riscuotendo sempre un grande successo. In occasione del trentunesimo anniversario dalla morte della leggenda del reggae, la band ripropone uno spettacolo estremamente coinvolgente che riesce a rievocare alla perfezione le performance del vero Bob Marley“.

Domenica 5 agosto, oltre alla già annunciata presenza di Pio e Amedeo, coppia del programma TV “Le Iene“,  ci sarà anche spazio per un tributo alla memoria di Amy Winehouse, in questi giorni ricorre il primo anniversario della sua morte e le band che saliranno sul palco si esibiranno nell’interpretazione di uno dei suoi ultimi successi.

Enrico Fornaro e Annabella Giordano condurranno entrambe le serate.

La speranza è che Martina, e le “associazioni culturali”, si possano rendere conto che si può fare qualità, e speriamo che in questo festival ce ne sia, e che si possono realizzare manifestazioni gratuite anche senza finanziamenti pubblici.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?