Martina Angioina: Si rinsalda il binomio tra turismo ed enogastronomia, tra cibo e solidarietà

Riceviamo e pubblichiamo: 

A MARTINA FRANCA DUE APPUNTAMENTI TRA TURISMO, ENOGASTRONOMIA E SOLIDARIETA’

In realtà abbiamo voluto replicare l’appuntamento – dice Giuseppe Caroli, delegato di Giovani Impresa Coldiretti Taranto – perché, oltre all’evento dell’11, saremo nella Villa Carmine anche il 14 agosto prossimo, per una serata interamente dedicata alle popolazioni emiliane duramente colpite dal terremoto. Vogliamo dialogare con i cittadini-consumatori, promuovendo al contempo le nostre attività imprenditoriali, il cibo, il territorio, il paesaggio, la cultura, vero traino economico della Puglia”.

Articolato il programma degli eventi, sostanziati da degustazioni guidate di olio extravergine dì oliva, prodotti caseari e capocollo e da una cena a km0 che il ristorante ‘Villa Carmine’, accreditato alla rete di ‘Campagna Amica nel Piatto’, ha sopranominato “Martina in Tavola”, nato dalla sapiente combinazione di latticini, capocollo, pasta Senatore cappelli ed altre delizie del territorio.
Perché è il segmento del food a guidare la mini risalita dell’economia pugliese, dove tra i consumi (+3,1% nel primo trimestre 2012 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e le esportazioni (+10,1% del primo trimestre 2012) l’agroalimentare di qualità pugliese tiene e trascina gli altri settori decisamente in affanno.

La famiglia pugliese (2/3 componenti) spende in media ogni mese 419 euro per i consumi alimentari. Il capitolo di spesa più consistente riguarda carne (96 euro), ortaggi e frutta (74 euro), pane e farinacei (66 euro), latte, formaggi e uova (63 euro), oli e grassi (13,7 euro).

Vanno letteralmente a ruba melanzane, zucchine, pomodori, insalate croccante e lattuga, aglio a trecce e cipolla rossa, arance e mele tutto l’anno, albicocche, pesche e nettarine, i pomodorini da utilizzare in casa o fuori, poco amata la verza. Grande diffusione delle vaschette di frutta già tagliata e sbucciata, pronta all’uso senza doversi “sporcare le mani” e da gustare come snack rompi-digiuno durante la giornata o come risparmia-tempo.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.