Stasera di scena "La Grande Foresta": perché è sempre colpa del lupo?

/ Autore:

Uncategorized


Questa sera, 29 agosto, nel Chiostro del Carmine alle ore 21.00, Thalassia proporrà, per la stagione estiva del Comune di Martina Franca,  lo spettacolo “La Grande Foresta” interpretato e costruito da Luigi D’Elia, regia di Francesco Niccolini, luci di Paolo Mongelli, musiche originali di Alessandra Manti con la preziosa collaborazione di Antonio Catalano, Fabrizio Pugliese ed Enzo Toma.

Una storia di lupi e foreste, come nelle più belle e antiche favole, una favola di formazione ma anche la storia dell’ultimo lupo abbattuto in Puglia, e di tutto ciò che morì con lui.

Perché è sempre colpa del lupo?
Perché è sempre lui il cattivo delle storie?
Perché ti abituano così sin da piccolo?
Poi accade sul serio qualcosa di brutto e ogni volta è stato il lupo.
Ma nella maggior parte dei casi non è il lupo, il colpevole.

In un piccolo paese senza nome un bambino cresce tra scuola, casa e un grande bosco. Il bambino va a scuola a piedi, corre, non vuole aspettare: vuole crescere e diventare un cacciatore, come suo nonno. Suo nonno invece gli impone la lentezza, la scoperta del bosco e delle sue regole, di un mondo che si sta estinguendo. Comincia qui l’avventura, la scoperta e una stagione che cambierà per sempre la vita del bambino.

Spettacolo per bambini (8-12 anni) e non solo.

Il lupo cattivo e l’uomo nero, entrati prepotentemente nei racconti, nelle fiabe dei bambini, hanno influenzato e modificato alcune percezioni della realtà: “se non dormi viene l’uomo nero a portarti via, oppure il lupo cattivo a mangiarti”. Questa storia invece riscopre alcuni valori, o meglio, cerca di capovolgere il senso di alcune percezioni. Ora che che i lupi in Puglia non ci sono più, non dovremmo avere più paura di niente!? Quel mondo che si sta estinguendo, per chi lo sa guardare con pazienza, è immensamente più bello di quello che stiamo costruendo.

Appuntamento a questa sera, presso il Chiostro del Carmine a Martina Franca, alle ore 21.00.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?