URTIcanti. Ultimo appuntamento per il festival di musica contemporanea

Riceviamo e pubblichiamo:

Nel terzo e ultimo giorno a Martina Franca, nel Convento San Domenico, sede della Fondazione Paolo Grassi, la programmazione di Urticanti entra nel vivo con il primo dei due compositori ospiti dell’edizione di quest’anno, Francesco Filidei. Nel corso di una conversazione alla quale partecipa lo stesso compositore, Filidei illustrerà i lavori musicali eseguiti dal quartetto strumentale composto da Giorgia Santoro (flauto), Giuseppe Amatulli (violino), Gaetano Simone (violoncello) e Domenico Bruno (pianoforte). Si tratta di Corde vuote (2010) per flauto, violoncello e pianoforte; Preludio (2004) per pianoforte solo, Gagliarda (2001-6) per violoncello solo, Bagatella (2004) per flauto, violoncello e pianoforte. Filidei sarà infine l’interprete di se stesso, al pianoforte, con la sua Toccata (1995). Inizio alle ore 20.00.

Italiano di origine ma di formazione superiore francese, Filidei è tra i vincitori della prestigiosa borsa di studio (un tempo chiamato Prix de Rome) che consente ogni anno ai migliori artisti d’oltralpe di soggiornare a Villa Medici, tradizionalmente il luogo d’incontro della musica, delle arti plastiche, della poesia, della pittura. La Villa, situata in cima alla scalinata di Trinità dei Monti, accoglie l’Accademia di Francia a Roma, storica tappa di formazione e studio per i più grandi compositori della storia musicale francese (due nomi per tutti: Berlioz e Debussy).

Francesco Filidei è nato a Pisa nel 1973 e ha studiato al conservatorio di Firenze. Allievo di Salatore Sciarrino, si è trasferito a Parigi dove ha completato gli studi al Conservatoire National Supérieur. Le sue opere, edite da Rai Trade e Ars Publica sono state eseguite da diverse orchestre come l’Itinéraire, Alter Ego, Cairn, L’Instant donné, le Nouvel Ensemble Modern, Court-Circuit, l’Ensemble intercontemporain, les Percussions de Strasbourg, il Klangforum Wien. Alcune sue composizioni sono state trasmesse da Rai 3 e Radio France. Francesco Filidei cerca con le sue opere, come ha affermato Sciarrino, di immaginare una musica privata dell’elemento sonoro, facendo rimanere solo lo scheletro, un suono leggero ma ricco. Come organista è conosciuto come interprete di Franz Liszt di cui ha interpretato l’integrale. Ha suonato come solista alla Filarmonica di Berlino, al Festival d’Automne a Parigi, al festival Archipel a Ginevra, alla Biennale di Venezia, all’Ircam e al Forum Neues Musiktheater di Stoccarda.

Urticanti è promosso dall’associazione Diapason in collaborazione con la Fondazione “Paolo Grassi” di Martina Franca, l’Alliance Française di Bari e il festival di musica antica “Mousiké”, col sostegno della Regione Puglia e del Comune di Bari e col patrocinio dell’Università di Bari.

Info www.urticanti.com, email: urticanti@libero.it

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.