Basket: Assi Ostuni Buona la Prima

Assi Ostuni – Stella Azzurra Roma 100 – 80

Dopo una travagliata estate, che ha messo a dura prova le coronarie dei tifosi gialloblu con un susseguirsi di notizie sull’incerto futuro
della società ostunese, con la conclusione il 17 di settembre con la definitiva respinta del ricorso da parte dell’Alta Corte di Giustizia,
l’Assi Basket Ostuni ricomincia dal campionato di DnB ( ex B/2 ) che nella stagione 2008aveva lasciato dopo un’esaltante campionato
vincendo i play off con la formazione ostunese guidata da Mimmo Morena e Donato Avenia, due glorie del basket nazionale italiano.

L’esordio casalingo in campionato in questa stagione vedeva i ragazzi di coach Ciracì opposti alla formazione romana della Stella Azzurra di coach Germano D’Arcangeli, una società nata nel lontano 1948 che ha sempre avuto come obiettivo principale quello di mettere insieme giovani promesse del basket per farli crescere e darli un futuro nel mondo della palla a spicchi; nella società romana ha iniziato a muovere i primi passi un certo AndreaBargnani, che successivamente ha indossato le casacche della Benetton Treviso, dei Toronto Raptors, e della nostra nazionale di basket.

In perfetto orario la coppia arbitrale da il via alla gara e a questa nuova stagione dell’Assi Basket Ostuni nel Pala Gentile dopo un anno
di esilio in quel di Brindisi al Pala Pentassuglia; Ciraci per questo esordio casalingo si affida ad inizio gara a Morena, Birindelli, Mei,
Fossati e Moruzzi, mentre la formazione ospite inizia con Leonzio, Paesano, Matteo D’Ascanio, Grande e Duranti. Sono gli ospiti ad aprire le marcature portandosi su 4 – 0, l’Ostuni cerca di reagire e con il capitano trova il primo canestro della gara dopo oltre due minuti dall’inizio. Si lotta su ogni palla ma si sbaglia parecchio e dopo quasi cinque minuti di gara il punteggio è di 2 – 4 per gli ospiti.

Paesano segna per gli ospiti ma due canestri di Birindelli riportano il risultato in parità. Ciracì effettua il primo cambio mandando in
campo Bonacini e Bartolucci e subito l’Ostuni effettua il sorpasso portandosi suul’8 – 6. A tre minuti dalla fine del primo mini tempo e
nuovamente la formazione romana con Matteo D’Ascanio a riportarsi sul + 2; Moruzzi dalla lunetta riporta i padroni di casa in parità, ma due bombe consecutive di Alibegovice una di Grande regala il nuovo vantaggio alla Stella Azzurra di sette lunghezze. Coach Ciracì è
costretto a chiamare time out per riorganizzare la propria squadra e rimanda in campo il capitano.

L’Ostuni cerca di reagire a questa supremazia dei laziali ma chiude il primo periodo con un ritardo di sette lunghezze.Si ritorna sul
rettangolo di gioco con Bartolucci che realizza per l’Ostuni, pronta risposta degli ospiti con Paesano che mette a canestro quattro punti; Ciraci cambia mandando sul rettangolo di gioco Moruzzi per Bonacini, Fossati va a canestro e la panchina ospite chiama time out.

Si riprende con un canestro di Birindelli, Leonzio mette dentro la tripla a cui risponde Fossati per l’Ostuni. A sei minuti dall’intervallo lungo i nero stellati hanno un vantaggio di otto lunghezze, l’Ostuni non riesce a trovare il bandolo della matassa per aver ragione di questi ragazzi abbastanza bravi; Leonzio va in lunetta per fallo subito da Birindelli e realizza tre su tre ed i romani vanno sul + 11. Coach Ciracì è costretto a chiamare nuovamente time out mischiando le carte mandando in campo il giovane Mabilia al posto di Fossati cercando di scuotere la propria squadra. Bonacini trova la bomba del – 8 e Ciracì manda in campo il giovane Nata, ma sono sempre gli ospiti ad andare a canestro con Leonzio. L’Ostuni ha un’impennata d’orgoglio e con Bonacini e Birindelli si porta sul – 5 fra il tripudio della tifoseria gialloblu che incessantemente incoraggia Moruzzi e compagni.

Una brutta tegola cade sull’Ostuni a 52” secondi dall’intervallo lungo con Birindelli che si grava del quarto fallo personale ed è costretto ad andare in panca. Moruzzi trova due bombe consecutive e i padroni di casa vanno all’intervallo lungo con una lunghezza di vantaggio, 42 – 41.

Dopo l’intervallo lungo una palla recuperata da Mabilia regala all’Ostuni il + 3; i ragazzi di coach Ciracì sembrano rientrati sul rettangolo di gioco con maggiore caparbietà anche se gli ospiti non demordono. Bonacini mette dentro la bomba del + 4; il giovane Nata e nuovamente Bonacini portano Ostuni sul + 8. La panchina ospite chiama prontamente time out mentre sugli spalti del Pala Gentile è sempre incessante il tifo gialloblu. Si ritorna a giocare e Bonacini va nuovamente a canestro. La formazione laziale reagisce a questa fase negativa e riesce a riportarsi a – 5 e coach Ciracì prontamente chiama time out. Rientra Fossati in cabina di regia e Moruzzi con trecanestri riporta Ostuni sul + 11; il coach romano cambia continuamente e Mei insacca la tripla del + 14 per i padroni di casa.

I gialloblu dimostrano di aver preso le retini della gara dopo un lungo inseguimento della formazione ospite terminato a fine secondo periodo. Una bomba di Fossati e una del capitano portano Ostuni sul + 16. La Stella Azzurra sembra accusare il colpo incapace a reagire alla supremazia dei padroni di casa che vanno a chiudere il terzo mini tempo sul 73 – 56 mentre l’urlo dei tifosi è sempre alto nel Pala Gentile.

L’ultimo mini tempo si apre con Bonacini che porta Ostuni sul + 19; Esposito commette un fallo antisportivo ai danni di Mimmo Morena. La gara accenna ad attimi di nervosismo fra le due contendenti. Mei porta Ostuni sul + 20 con una bomba seguito da Bonacini che regala all’Ostuni il + 23. La formazione ospite sembra accusare la supremazia dei padroni di casa non riuscendo a reagire; coach Ciracì continua ad incitare i suoi ragazzi mentre la panchina romana chiama time out. Ostuni continua a dominare la gara portando i suoi ripetutamente a canestro con i nero stellati che si oppongono come possono a Moruzzi e compagni. A due minuti dal termine solo quattro lunghezze dividono i padroni di casa dai cento punti che vengono raggiunti dal giovane Proto, ostunese, che fa il suo ingresso in campo a un minuto dalla fine dell’incontro. Termina la gara con la vittoria dei padroni di casa che ha affrontato una compagine di ragazzi molto promettenti che hanno comunque venduto cara la pelle, dimostrando che sicuramente durante l’arco della stagione metteranno in difficoltà parecchie formazioni.

Parte bene quindi l’Assi Basket Ostuni che inizia con il piede giusto la nuova stagione lanciando un chiaro messaggio al campionato che bisognerà fare i conti anche con i ragazzi di Ciracì per la vittoria finale.

17 – 20 29 – 21 31 – 15 27 – 24
Assi Basket Ostuni: Mabilia (2), Fossati (14), Morena (7), Nata N(6), Mei (6), Moruzzi (18), Bartolucci (7), Bonacini (27), Proto (2),
Birindelli (11), Coach Ciracì.
Stella Azzurra Roma: Duranti (2), Grande (17), Paesano (20), Leonzio (18), Forte, D’Ascanio L (2), Sorrentino, Esposito (1), Alibegovic (13), D’Ascanio M (7), Coach D’Arcangeli.
Arbitri: Pepe di Adelfia e Spano di Sannicandro di Bari

Di Domenico Moro

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.