Martina – Napoli 0 a 0. Un pareggio in diretta nazionale

/ Autore:

Calcio a 5, Sport



Riceviamo dall’ufficio stampa della PokerX un comunicato sulle sorti della partita di ieri, trasmessa in diretta da Rai Sport:

Il risultato di parità non fa onore al Martina che avrebbe ampiamente meritato la vittoria. Il Napoli di mister Oranges esce indenne dal PalaWojtyla grazie al suo portiere Bragaglia, autore di prodigiosi interventi. La Lc PokerX di mister Basile ci ha provato fino in fondo a vincere la gara giocandosi anche la carta audace del quinto uomo di movimento, ma la porta partenopea è rimasta inviolata fino al triplice fischio finale.

Cronaca: Subito pericoloso in avvio il Martina con Dao che trova pronto Bragaglia. Affondano sulle fasce Manfroi e Francini ed il Martina diventa pericolosissimo. Ci prova Fininho con il suo sinistro, ma non è fortunato nell’inquadrare lo specchio della porta. E’ sempre l’italo brasiliano Fininho a sfiorare la rete nel primo tempo con un bolide, ma Bragaglia è sempre insuperabile. In fase di ripartenza i martinesi sono micidiali e sui suggerimenti di Luft, Francini e Dao mancano la rete per un soffio. Lopopolo dall’altra parte esce sempre bene e chiude perfettamente lo specchio della porta. Nel secondo tempo Il Napoli si chiude ulteriormente, mentre i biancazzurri premono sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio. Fioccano le azioni: Manfroi è una bomba ad orologeria in attesa di esplodere, Fininho ha il piede sempre caldo, Luft riparte che è una meraviglia, mentre Arellano è stoico sia in fase difensiva che di costruzione della manovra. I partenopei si tengono in piedi solo grazie alle parate del suo portiere che compie autentici miracoli su Fininho e Dao, mentre le conclusioni di Luft, Francini e Manfroi, si perdono fuori dallo specchio della porta. Negli ultimi due minuti Basile dimostra di voler provare a vincere fino in fondo la gara schierando il quinto uomo di movimento, ma Bragalia regge il fortino partenopeo. Il Martina conquista un punto, ma ne avrebbe meritati tre.


commenti

E tu cosa ne pensi?