Pallavolo Martina. Sconfitta netta con il Castellana

/ Autore:

Pallavolo, Sport



Riceviamo e pubblichiamo:

I break decisivi sono di marca barese, nel secondo parziale il recupero si ferma all’ultima palla

Troppo forte questo Castellana per la Pallavolo Martina. La candidata principe per la vittoria del torneo si porta a casa i tre punti contro un Martina che fa la sua gara ma subisce nei tre parziali break importanti che cambiano l’inerzia dell’incontro. Fase d’attacco spesso fallosa a fronte di una ricezione-difesa sicuramente apprezzabile, dall’altra parte gente come Castellano, Barbone e Paoletti non la si scopre di certo ora. Vittoria meritata ma che non cambia gli obiettivi del Martina che già contro il Genzano dovrà cercare di incamerare punti salvezza.

LA GARA. Il Martina parte bene sfruttando l’imprecisione di Civita (6-3) ma gli ospiti prendono le misure, tengono il -2 al primo tecnico e affondano un 6-0 di break su servizio di Civita issando muri e attaccando meglio. Lo Re e D’Amico mantengono i baresi a distanza di sicurezza (14-16) e la gara resta godibile sino al muro di Barbone (17-20) che costringe Spinelli al time out. Altri due muri di Barbone al rientro chiudono i giochi, Castellano e Pellegrino fanno il resto (19-25). Secondo parziale che parte male (4-8 con la pipe di Castellano). Il servizio di Nitti riduce le distanze (8-9) e la Materdomini si rifugia subito in time out. Lo Re rigira il punteggio (11-10) ma dura poco perché Nitti non è in giornata e due suoi errori di fila portano gli ospiti sul -4 (12-16). Lo Re fa muro e pipe (17-18) e resta il più proficuo e pericoloso dei biancoazzurri. Civita risponde a Nitti (20-22), Petrosillo mette a segno il punto 23 dopo una doppia non vista dagli arbitri. Giorgio mura, Passaro fa ace (22-23) e sembra riaprirsi l’incontro. Spadavecchia non sbaglia, Castellano sbaglia l’attacco ma alla seconda occasione mette giù il punto 25. Il terzo set parte ancora una volta ad handicap (3-5 di Paoletti). Nitti ritrova la parità e mette il naso avanti (6-5), D’Amico regala il +2 al primo tecnico ma l’attacco locale ridiventa falloso. Castellano riporta sul +2 i suoi ma dopo il time out di Spinelli il punteggio si ribalta ancora grazie a D’Amico, Lo Re e al tap-in di Passaro (13-12). Nitti spara ancora in rete, Pellegrino fa ace e Lo Re mantiene il -2 (14-16). Ancora molto fallosi i locali al rientro mentre l’ace di Paoletti fa calare il buio in casa Martina. Castellano mura Nitti e continua a macinare punti sino a quello che pone fine alla contesa. Non di certo i punti salvezza dovevano arrivare contro una vera e propria corazzata.

Il Martina ha avuto il merito di provarci seppure abbia spesso peccato in lucidità nella fase avanzata. Ora il reset è d’obbligo perché domenica prossima arriva in Valle d’Itria un’altra formazione accreditata per l’alta classifica: il Genzano. Per intanto la nota lieta è il pubblico. Oltre 700 spettatori applauditi anche dagli ospiti per il loro calore e la loro presenza: Martina ha voglia di volley e lo dimostra con una tifoseria di alto livello.


commenti

E tu cosa ne pensi?