Meteo: una settimana di scirocco

/ Autore:

Uncategorized


L’imponente fascia depressionaria che sta interessando il nostro Paese con direttrice Nordovest/Sudest si frappone, nel panorama meteorologico europeo, tra un affondo Artico in aperto Atlantico e una solido muro anticiclonico (che impedisce di fatto una rapida evoluzione verso est delle perturbazioni atlantiche che ci stanno colpendo in successione) attuatosi a partire dalle coste dalmate proseguendo verso est per buona parte delle Repubbliche più occidentali dell’ex Unione Sovietica. Lì, la serenità del cielo ha acuito l’escursione termica e l’inverno sta iniziando a farvi seriamente capolino con già i primi picchi minimi negativi da “inversione”. Qui da noi, i primi freddi paiono lontani. Rimarremo fino a metà settimana in balìa di intense correnti meridionali e cieli coperti ma scarsamente produttivi per le regioni peninsulari del sud. Per il sud c’è un’incognita, però. Essa è data dal tragitto che sceglierà la bassa pressione con cuore algerino in formazione a sud est di Gibilterra. Se scegliesse di evolvere verso nord-est potrebbe impensierire le regioni meridionali, stavolta anche peninsulari. Su questo, come detto, vi è incertezza, in quanto è anche possibile che essa scelga una traiettoria più bassa per poi colmarsi rapidamente. Per il nord e parte del centro il tempo si manterrà instabile, a tratti intensamente instabile fino al 14. Da giovedì la ventilazione, in progressiva attenuazione, dovrebbe nuovamente cambiare disponendosi da settentrione e  contribuendo, così, a diradare  la copertura nuvolosa.

A Martina Franca il tempo sarà ancora caratterizzato dall’intenso Scirocco per i primi giorni della settimana, ad esso si accompagnerà una compatta, quanto sterile, copertura nuvolosa. Le temperature si manterranno sopra la norma (12 C° min – 21/22C° Max) , per poi scendere lievemente da metà settimana (8/10 C° min – 18 Max) , al momento dell’arrivo di correnti più settentrionali. Il vento in questo caso porterà via buona parte delle nubi, portando cielo sereno o parzialmente nuvoloso. Da metà settimana, potrebbero riaffacciarsi le nebbie sul calar della sera e al primo mattino. Tenendo da parte la possibilità di brevi piogge giovedì, per piogge che siano autenticamente autunnali si ritiene che si dovrà attendere ancora un po’, purtroppo. Su questo punto incombe l’incognita della bassa pressione algerina sopra ricordata, la quale però, potrebbe ancora una volta rivelarsi un’effimera illusione. Non resta che guardare con interesse all’evoluzione del tempo tra la fine della seconda decade e l’inizio della terza decade di novembre.




commenti

E tu cosa ne pensi?