Una folla commossa ha rivolto l'ultimo saluto a Valeria Corna

/ Autore:

Cronaca


Questa morte allontani da noi ogni giudizio e ci faccia capire il grande valore della vita e di una fede che diventa certezza spingendoci ad andare avanti. La misericordia di Dio abbia veramente il perdono per la fragilità umana.” Parole toccanti, quelle pronunciate nel corso dell’omelia da don Paolo Zofra, rettore della parrocchia dei Santi Medici dove, questo pomeriggio, al cospetto di una folla commossa, si sono svolti i funerali di Valeria Corna, la 37enne ostunese ritrovata senza vita domenica mattina nelle campagne di contrada Polinisso.

Un colpo di pistola al cuore esploso contro se stessa per porre fine ad un’esistenza che da qualche tempo, evidentemente, a causa di un male oscuro, era divenuta per lei, insostenibile. In chiesa, stretti nel loro silenzio, il padre, Sergio Livio, la madre, Angela Semerano e l’ex marito, Claudio Melpignano, dal quale era divisa da tempo nonostante li accomunasse l’amore per il loro bimbo di cinque anni.

La fede non è soltanto un appiglio nel momento del bisogno – ha affermato don Paolo durante la cerimonia funebre – Anche noi siamo in relazione gli uni con gli altri eppure siamo incapaci di aprirci totalmente; siamo incapaci di dire ho bisogno di te, ma ho bisogno veramente con il cuore. La misericordia di Dio abbia davvero il perdono per la fragilità umana. Anche la fragilità di Valeria perché il Signore che ci ha creato per amore, per amore ci accolga in Paradiso. Questa è la preghiera che rivolgo a nome di ciascuno di noi per Valeria. Una preghiera di conforto e di speranza”. In tantissimi hanno voluto rivolgere l’ultimo saluto a Valeria. Una comunità ritrovatasi attorno alla giovane mamma e alla sua famiglia, stretta in un unico, ideale abbraccio.

Hai degli oggetti che non utilizzi più e magari vorresti venderli? Cerchi lavoro, o vuoi acquistare qualcosa? Puoi fare tutto questo con un solo sito, prova Bakeca Italia

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?