DueEsse Basket. Vittoria di cuore e di testa

MARTINA FRANCA: Una vittoria tutto cuore. E testa. Contro un Gaeta tenace e temerario che non ha abbandonato la battaglia neanche per un secondo, il Martina torna a vincere nel suo tempio. Un successo avvalorato dallo sforzo dei dieci bluarancio, che hanno dovuto tirare la carretta sopperendo all’assenza di capitan Raskovic, che soffre da bordo campo, in attesa di rientrare con tutta probabilità, nella prossima ostica trasferta.

La gara : il Martina parte con il piglio giusto. Bazzoli e Maggi infliggono il primo parziale 6-0. Il Gaeta si ricompone: Mirone e Lilliu firmano l’aggancio 21-20 all’8’. I padroni di casa sono attaccati alla gara, il giovane Masocco insacca la tripla e, con l’aiuto di Dip, siglano il nuovo vantaggio casalingo +6.

Avvio di secondo parziale statico: le due squadre si contengono a vicenda, dopo gli attacchi alternati, di Messina da un lato e Lilliu,travolgente, dall’altro (28-22 al 16’9 ), Graziani tira fuori la gara dal pantano con una tripla 31-27. Lasorte organizza la regia al posto di Maggi e trova tempo e modo di affondare nella trama della difesa laziale + 6 che diventa +8 per mano di Bazzoli. Sicuro di se, il Martina domina e Martino sale in cattedra (43-36 al 19’). Il Gaeta è per definizione una squadra che sa come restare attaccata alla gara.
Ripresa audace da entrambe le parti con gli attacchi di Lilliu e Dip 46-40 , ma il Martina, con più precisione offensiva, infittisce la sua trama e allunga con le triple di Bazzoli e Graziani ( 60-47 al 24’). I biancoverdi restano con il fiato sul collo e mostrano segni di vitalità tattica: Marrocco trova la mattonella dai 6.75 (63-53 al 28’) . Restano saldi gli equilibri anche con l’inserimento dei giovani Lasorte e Martino abili supporti dei “senatori”, segno di una squadra che cresce nella direzione voluta e sostenuta da coach Meneguzzo. Graziani difende e attacca come un felino 69-57 alla fine del terzo periodo.
Gaeta in confusione, Martina con il fiato corto: gli ultimi minuti si giocano allo stremo delle forze, Lilliu tenta di rimarginare la ferita anche con tiri della disperazione, ma l’audacia e il coraggio dei padroni di casa vince e passa a turno dalle mani di Masocco, Dip, Bazzoli e Graziani autori degli ultimi decisivi affondi martinesi (78-66 al 37’). Lilliu e Marrocco non depongono le armi in un finale di gara più nervoso 80-69 soprattutto dopo la strana decisione dei giudici di gara di allontanare coach Meneguzzo che assiste dalla tribuna agli ultimi scampoli di gioco. E applaude.

Coach Meneguzzo: “sapevamo della difficoltà di questa gara già alla vigilia – ha affermato coach Meneguzzo – il Gaeta ha lottato fino all’ultimo, chapeau ai miei ragazzi. Ora dobbiamo recuperare Raskovic per dare più fiato alla squadra. Oggi sono emerse come importanti, anche dai giovani, siamo sulla strada giusta.”


Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.