Muore a Roma Rita Levi Montalcini, aveva 103 anni

ANSA

Rita Levi Montalcini è morta poche ore fa nella sua casa di Roma all’età di 103 anni. Neurologa e senatrice a vita italiana, Premio Nobel per la medicina nel 1986 per i suoi studi che negli anni ’50 portarono alla scoperta e all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa o NGF.

Insignita anche di altri premi, è stata la prima donna a essere ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze. Nel 2001 è stata nominata senatrice a vita “per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”.

Una vita lunga, difficile da sintetizzare in un articolo. Dal controverso caso della collaborazione con l’azienda farmaceutica italiana Fidia nel 1975 al premio Nobel per la medicina nel 1986, dalle attività del Movimento di Liberazione Femminile, come quella che l’ha vista impegnata per la regolamentazione dell’aborto alle campagne contro le mine anti-uomo o per la responsabilità degli scienziati nei confronti della società.

Anti proibizionista, nel 1998 aderì all’appello rivolto al Segretario Generale dell’ Onu con il quale si auspicava la liberalizzazione della droga ai fini di sottrarre i giovani al mercato illegale. Negli anni successivi, tuttavia, dichiarò che il consumo di droghe leggere può favorire l’accesso a droghe più forti.

Dal sostegno al governo Prodi agli attacchi di Storace nei suoi confronti che ironizzò sull’età suggerendole un paio di stampelle (qui potete leggere la risposta di Rita Levi Montalcini), agli emendamenti leghisti in parlamento per dirottare i finanziamenti pubblici che riceveva la fondazione  EBRI, centro di ricerca sul cervello a Roma voluto dalla scienziata,  verso la Fondazione di ricerca dell’Ospedale San Raffaele di Milano, fra i cui soci c’è Fininvest, che già con la Finanziaria 2005 aveva ricevuto 15 milioni di euro.

La sua esperienza umana e scientifica, unita a quella delle persone incontrate ed amate, i successi e gli insuccessi professionali sono racchiusi nella sua autobiografia “Elogio dell’imperfezione”. In esso, la celebre neuro-scienziata mette in evidenza come il progresso scientifico ed intellettuale nascono dal momento in cui si riconoscono i propri errori: per capirli, studiarli, ammetterli senza pudore e magari risolverli.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Una risposta a “Muore a Roma Rita Levi Montalcini, aveva 103 anni”

  1. Avatar gianni
    gianni

    L’umanità ha perso una grande donna, ma l’umanità non perderà mai l’opera e l’esempio che ci ha lasciato questa grande donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.