Turismo: prove tecniche di collaborazione

/ Autore:

Politica, Società


MARTINA FRANCA – Gli assessori al turismo di Martina Franca, Locorotondo e Cisternino si sono incontrati per provare a concertare insieme la stagione turistica che sta arrivando. L’idea è di Pasquale Lasorsa, assessore al turismo di Martina Franca, che ha invitato a Palazzo Ducale Claudio Antonelli, suo omologo di Locorotondo, Vito Loparco e Caterina Loparco, rispettivamente assessori al turismo e agli eventi culturali del Comune di Cisternino.

“E’ la prima volta che le Amministrazioni dei tre Comuni si incontrano per lavorare assieme nella promozione del territorio e l’iniziativa proposta ha trovato l’immediata disponibilità delle Amministrazioni di Locorotondo e Cisternino – ha commentato Pasquale Lasorsa -. Con questo primo incontro abbiamo avviato un percorso che ci porterà, come annunciato la scorsa estate, ad una programmazione primaverile ed estiva degli eventi sinergica. I risultati del turismo in Valle d’Itria, in netta crescita nel 2012, richiedono percorsi nuovi in grado di superare divisioni e di guardare ad una politica omogenea nella promozione di un territorio unico”.

L’obiettivo è quello di arrivare alla Bit in programma il 14 febbraio presentando la Valle d’Itria come territorio unitario, capace di rappresentare un’offerta turistica complessa e esaustiva, magari, mettendo insieme le esperienze e le iniziative dei tre comuni.

 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


4 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • Vito Pastore ha detto:

    Del territorio della valle D’Itria fanno parte anche i comuni di Ceglie e Ostuni. Coinvolgendo in particolare questo comune avremmo l’affaccio al Mare ed altri vantaggi. Perché non coinvolgerli?
    Questa come si vede non è una critica ma una semplice proposta che affido a questa redazione.

  • Vito Pastore ha detto:

    Del territorio della valle D’Itria fanno parte anche i comuni di Ceglie e Ostuni. Coinvolgendo in particolare questo comune avremmo l’affaccio al Mare ed altri vantaggi. Perché non coinvolgerli?
    Questa come si vede non è una critica ma una semplice proposta che affido a questa redazione.

  • Massimiliano Martucci ha detto:

    Condividiamo. Sappiamo che Pasquale Lasorsa legge i nostri articoli e ci auguriamo che faccia tesoro del suo consiglio. Non farlo, sarebbe quantomeno poco lungimirante.

  • Massimiliano Martucci ha detto:

    Condividiamo. Sappiamo che Pasquale Lasorsa legge i nostri articoli e ci auguriamo che faccia tesoro del suo consiglio. Non farlo, sarebbe quantomeno poco lungimirante.