Ostuni, al Liceo Pepe-Calamo arriva il registro elettronico

Il giorno 23 gennaio i docenti del Pepe-Calamo sono impegnati nella formazione per apprendere le procedure di scrutinio con il software CLASSEVIVA 2.0 con il quale stanno già lavorando dall’inizio dell’anno. Il corso è tenuto dal responsabile della formazione della divisione Infoschool della casa editrice Spaggiari.

Da questo anno scolastico è partita presso l’Istituto “Pepe-Calamo” una significativa rivoluzione telematica che investe e modifica nelle procedure e negli strumenti i rapporti scuola-famiglia: il registro elettronico. Il passaggio dal registro cartaceo al registro online, già auspicato tra le misure estive previste dalla spending review per la pubblica amministrazione, è stato scelto in via sperimentale dal collegio dei docenti che, comunque, aveva avviato  questo percorso di innovazione a partire dall’anno scolastico 2010/2011, quando era stato realizzato un progetto di formazione dei docenti e del personale tecnico-amministrativo, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, proprio sulle nuove tecnologie applicate non alla sola area della didattica, ma alla comunicazione scuola-famiglia dal titolo Scuola@famiglia nella rete. Si tratta, dunque, di una scelta non obbligata per legge, ma operata in piena autonomia dai docenti, che hanno optato per l’adozione di pagelle e registri online, mantenendo in questa fase sperimentale anche il formato cartaceo del registro.

“L’Istituzione scolastica – come affermala Dirigentedott.ssa Annunziata Ferrara – ha avviato scelte sinergiche, avviando e realizzando da una parte la formazione del personale, dall’altra l’acquisto delle tecnologie necessarie per la realizzazione di questo fondamentale e oramai irrinunciabile rinnovamento. Tutto questo grazie all’utilizzo dei Fondi FSE e FESR. Per l’Istituto Pepe-Calamo il registro elettronico rappresenta per quest’anno una priorità e procede secondo degli step definiti che vedranno il corpo docente e l’intero personale di segreteria in una formazione continua per imparare la corretta gestione del software.

Il 17 settembre, quindi, gli studenti e i docenti hanno cominciato a familiarizzare con la piattaforma Infoschool, una divisione della casa editrice Spaggiari.

Ma cosa è un registro elettronico? E’ una piattaforma cloud computing sulla quale gli “attori” (docenti, genitori, segreteria, alunni) caricano e scaricano informazioni. Una volta consegnate le password di accesso alle famiglie, grande è stato l’interesse per questa innovazione tecnologica, alla quale si può accedere anche dall’ipad e smartphone, la cui utilità sarà confermata nel tempo attraverso il pieno utilizzo di tutte le potenzialità del software. Il genitore apre una pagina web nella quale è possibile vedere il registro del giorno e dei giorni precedenti con le firme dei docenti e le attività svolte; verificare le presenze, le assenze e i ritardi in tempo reale; visionare i voti scritti e orali con delle annotazioni apposte dal docente; accedere alle circolari e agli avvisi; prenotare il colloquio con i docenti e scaricare il materiale didattico per lo studio a casa.

Durante la consegna delle password ai genitori, svoltasi presso il Classico e lo Scientifico in orario pomeridiano e accompagnata dalla formazione alla navigazione sulla piattaforma, l’aspetto interessante e assolutamente imprevedibile è stato constatare come l’accesso al registro elettronico abbia avvicinato genitori non “nativi digitali” ai figli “nativi digitali”, soddisfatti di dimostrare sul campo i propri saperi tecnologici, spesi di solito per i social network, e ora canalizzati verso l’alfabetizzazione informatica di una mamma o un papà non proprio tecnologici. Sarà l’occasione per sedersi insieme e controllare il quadro dei voti dialogando e confrontandosi? Da una scuola che cambia ci si può aspettare ancora tanto. Una rivoluzione come il registro elettronico sicuramente porterà con sé un significativo cambiamento non solo nella gestione e trasmissione dei dati, ma anche nell’approccio e nei comportamenti di tutti i soggetti coinvolti.

di Paola Lisibemberti

Foto Marcello Carrozzo

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Una risposta a “Ostuni, al Liceo Pepe-Calamo arriva il registro elettronico”

  1. Avatar cars fast as lightning hack tool

    1 percent mark during his rookie season in 2004-05.
    Hack Windows 7 password by burning a bootable disk.
    If that’s not available, don’t use anything but 4
    roofing nails.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.