Basket School: l'impresa ad Ostuni consegna il secondo posto in solitaria

Di Bello
Di Bello dalla lunetta

Passa al Palasport di Ostuni per 64 a 57 la Basket School Martina che con il successo conquistato resta in solitaria al secondo posto del girone B. Grande prova per i martinesi che proseguono positivamente il proprio cammino in Serie D

Riesce alla Basket School l’impresa di violare l’imbattuto Palasport di Ostuni nell’incontro di cartello del tredicesimo turno del Campionato Regionale di Serie D disputato ieri 26 gennaio. I martinesi guidati da Semeraro, infatti, hanno superato a domicilio l’Ostuni per 64 a 57 dando dimostrazione di meritare la seconda posizione in solitaria alle spalle del Mesagne ieri vittorioso con l’ANSPI S.RITA per 87 a 85 (ai supplementari) davanti al proprio pubblico. Gara molto fisica tra Basket School e Ostuni con i padroni di casa che cercano di prendere il largo già nella prima frazione guidati dall’accoppiata padre-figlio De Leonardis, mentre per i martinesi è capitan Agrusta a trovare in scioltezza il canestro avversario. Batti e ribatti in una gara che verrà decisa nell’ultimo quarto quando Di Bello (19 punti e miglior marcatore dei suoi) finalizzerà l’abbondante mole di gioco creata dai martinesi, mentre gli ostunesi tireranno i remi in barca per aver esaurito le energie. Il prossimo appuntamento con gli amaranto è fissato per sabato 2 febbraio quando in programma ci sarà la trasferta di Galatina.

LA GARA: La Basket School Martina guidata da coach Semeraro scende in campo con Di Bello in cabina di regia, Delle Noci e Agrusta sulle corsie laterali e il tandem Ruggiero-Schiavone. Per i padroni di casa dell’Ostuni allenati da Vozza, invece, scendono in campo inizialmente Ivan e Angelo De Leonardis, Pepe, Piergianni e il martinese Masciulli.

Il primo possesso viene conquistato abilmente da Luca Schiavone che prevale sull’altro martinese (in forza all’Ostuni) Masciulli. Gli amaranto detengono il pallone per due possessi, ma i tentativi non sono abbastanza precisi. Il tabellone viene sbloccato dal n6 che prima segna in penetrazione per poi ripetersi dai tiri liberi. È ancora il numero 6 ad andare a segno da tre per il momentaneo +6 ostunese. La risposta martinese porta la firma di capitan Agrusta che prima si insinua tra le maglie dei padroni di casa, mentre qualche azione più tardi centra il bersaglio con una tripla per il -3. Padre e figlio De Leonardis continuano a trascinare i locali dettando le giocate in contropiede, mentre la Basket School tenta (riuscendoci) a fare gioco. Ancora Agrusta con Fedele e Longo tengono i martinesi sul -4 alla fine della prima frazione. Il secondo quarto si apre con Masciulli abile a sfuggire alla propria marcatura e fare centro da pochi passi. Per il Martina rispondono Delle Noci (1/2 dalla lunetta) e Ruggiero (torsione e tiro da media lunghezza). Gli ostunesi restano davanti, mantenendo un vantaggio di cinque punti. Un divario colmato nel giro di poche azioni da Di Bello, Agrusta (1/2 dalla lunetta per un tecnico fischiato alla panchina dei locali) e Delle Noci (sugli sviluppi di una veloce rimessa). La deliziosa tripla di Giuseppe Longo finisce lentamente segna il primo vantaggio della gara per gli ospiti. Il Martina centra lo sprint vincente e riesce a conquistare un prezioso vantaggio (con Di Bello e Schiavone) che verrà ridotto negli ultimi frangenti della frazione per le incursioni di Ivan De Leonardis e Masciulli che fissano il punteggio sul 32 a 29 per i martinesi.

Si ritorna dal lungo riposo ed è subito Angelo De Leonardis a siglare i primi punti concretizzando un contropiede, così come poco dopo Di Bello farà trovando l’assistenza di Delle Noci. L’Ostuni non ci sta e costruisce la propria rimonta affidandosi ai muscoli di Masciulli che completa un gioco da tre e guida al sorpasso i suoi. La gara si fa vivace con le due formazioni a tenersi testa. I padroni di casa trovano il filotto giusto e tentano la fuga decisiva con De Leonardis senior e Masciulli (tra i migliori dei suoi). L’ultimo quarto sarà quello decisivo. Si riparte dal 42 a 48 per i locali, ma i martinesi hanno nelle gambe la birra necessaria per riprendersi la gara. L’Ostuni, dopo aver sbloccato con Masciulli, deve arrendersi al ritorno veemente del Martina capace di sgretolare il margine di vantaggio e mettere il risultato in proprio favore. A salire in cattedra tocca al baby prodigio del basket di casa nostra capace di infilare undici punti (dei 19 in totale con cui andrà) capitalizzando al meglio il gioco espresso dagli amaranto. Chiudono l’incontro i punti di Luca Schiavone che permettono ai martinesi di liberare l’urlo di gioia. Avanti così.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.