Si rinnova oggi il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Ostuni

/ Autore:

Società


Si svolgeranno questo pomeriggio, con inizio alle ore 18, i lavori di votazione per l’elezione del nuovo Sindaco dei Ragazzi di Ostuni.

Sino al 4 ottobre scorso, presso le Scuole Primarie “Pessina-Vitale” e “Giovanni XXIII” e la Scuola Secondaria di 1° grado “Barnaba-Bosco” di Ostuni, si sono svolte le tornate elettorali per l’elezione dei componenti al Consiglio Comunale dei Ragazzi, che dal 2001, è un organismo istituzionale della “Città Bianca”.

Una conclusione a tutto un percorso preparatorio svoltosi già nelle scorse settimane all’interno dei vari istituti scolastici e portato avanti dal coordinatore del Consiglio Comunale Ragazzi, Renato D’Amico; dal Dirigente del Settore “Politiche Sociali”, dott. Antonio Minna e dall’Assessore alle Politiche Sociali, dott. Tommaso Moro.

Tale percorso è stato preceduto dall’organizzazione di una serie di incontri con i bambini e i ragazzi delle varie scuole coinvolte nel progetto al fine di far conoscere loro l’attività del Consiglio Comunale dei Ragazzi e le modalità di candidatura che hanno portato all’elezione del nuovo Consiglio dei Ragazzi che resterà in carica nel biennio 2013-2015.

Il Sindaco Tanzarella e l’Assessore Moro, nel seguire l’andamento dell’attività, hanno sottolineato l’importanza di questa valida esperienza di educazione alla cittadinanza attiva e hanno assicurato il sostegno e la  collaborazione dell’Amministrazione Comunale per la buona riuscita del progetto.

Domani pomeriggio, ultimo atto con l’elezione del nuovo sindaco che presiederà il nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi, organo democratico che rappresenta tutti i bambini e i ragazzi della Città.

Questo organismo è previsto dallo statuto comunale e attuato dall’Ente locale in accordo con le istituzioni scolastiche presenti sul territorio e, in particolare, svolge le funzioni di promozione della partecipazione dei bambini e dei ragazzi alla vita politica e amministrativa locale, elaborando progetti coordinati da realizzare in collaborazione con enti, istituzioni e associazioni presenti sul territorio.

 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?