Grandi riconoscimenti per il Relais “La Sommità” di Ostuni

/ Autore:

Economia, Società


Le “stelle” piovono a caso solo nella notte di San Lorenzo. Non possono fregiare ristoranti e strutture ricettive che non facciano della ricerca meticolosa della qualità il tratto distintivo della propria offerta.
Nel caso in questione non si parla di “stelle” propriamente dette, ma di un “punteggio” di attestazione di eccellenza altrettanto noto volto a individuare le migliori espressioni del “mangiar bene” nel Bel Paese.
La Guida dell’Espresso “I ristoranti d’Italia 2014” ha emesso un verdetto chiaro: la medaglia d’oro in Puglia è appannaggio di “Cielo”, il ristorante del relais “La Sommità” di Ostuni che si aggiudica il primo posto in condominio con “Masseria Spina” di Monopoli.
Questo successo stra-ordinario, esito di una valutazione rigorosissima, è dello chef Sebastiano Lombardi, che non a caso per l’intero mese di novembre darà il suo contributo di creatività e raffinatezza alle cucine de “El Celler de Can Roca” di Girona (Spagna), universalmente ritenuto il miglior ristorante al mondo.
Il risultato conseguito da “Cielo” assume ulteriore rilievo alla luce della sua collocazione geografica: la provincia di Brindisi, infatti, vanta una consolidata tradizione di ristorazione di qualità, rispetto alla quale era tutt’altro che agevole distinguersi ulteriormente.
Sebastiano Lombardi ha reso possibile “il sorpasso”, già forte di una “scalata” senza eguali che – da quando è al timone delle cucine – ha portato “Cielo” nel 2013 a guadagnare ben 350 posizioni (attestandosi al 118esimo posto in Italia) ne “La guida delle guide”, il termometro delle valutazioni di tutti i più prestigiosi giudici dello Stivale. Ora si attende con fiducia il nuovo responso (previsto per febbraio 2014) sulla cui elaborazione non può non pesare il prestigioso riconoscimento della Guida dell’Espresso.
Domenica 27 ottobre, intanto, “Cielo” ospiterà il primo di una serie di appuntamenti (“Duello di gusto a quattro mani”) nell’ambito dei quali Lombardi sfiderà chef con altrettanti fregi sulle mostrine. Nell’appuntamento di esordio se la vedrà con il nocchiero del ristorante “Devero”, Remo Capitaneo. Se le stelle non piovono a caso, i gourmet dell’Espresso hanno inteso premiare l’esclusività della proposta del Relais “La Sommità”, del cui tratto di ricercatezza –teso a riservare all’ospite un’accoglienza al tempo stesso avvolgente e discreta – il ristorante “Cielo” è espressione coerente.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?