Camassa, Udc: “Non si strumentalizzino gli animali”

/ Autore:

Elezioni 2014, Politica


Riceviamo e pubblichiamo:

Niente strumentalizzazioni elettorali sugli animali domestici. E’ questo il senso di una nota diffusa su Facebook da Ernesto Camassa, leader dell’Udc locale a veterinario di professione.

Nel post Camassa, consigliere in carica e figura storica in provincia nell’ambito della tutela animale, stigmatizza un’iniziativa organizzata  per oggi (16 aprile Ndr) dal circolo politico Liberal (che fa capo all’assessore alle Finanze Angela Matarrese) e la locale sezione di Legambiente sul tema “il canile sociale ovvero dal canile allo stallo”.

L’esponente centrista, candidato consigliere a sostegno del Gen. Gianfranco Coppola, nel suo intervento telematico si chiede come mai gli annosi problemi del canile comunale, gestito da una società privata da un quinquennio, siano balzati all’attenzione del circolo liberal solo in pieno periodo elettorale.

Inoltre, seppur velatamente, Camassa si chiede come sia mai possibile che un’associazione che ha nello statuto la sua “apartiticità” e cioè Legambiente, qui ad Ostuni sembra schierarsi apertamente dalla parte del centro sinistra, come peraltro dimostrato dalle foto del consigliere comunale di Liberal Fabrizio Putignano ( non noto negli ambienti ecologisti  della zona) si sia presentato come esponente di Legambiente, con tanto di maglietta, in occasione dell’abbattimento del c.d. ecomostro.

Non solo attacchi comunque, anche tante proposte. Infatti il veterinario ha dichiarato apertamente che nella sua idea di canile “non debbono essere ospitati più di 50 animali” e che in caso di vittoria del centro destra sarà istituita una sorta di consulta comunale che vigile sulla salute dei cani ospitati nel loro ricovero, con la speranza concreta di intercettare finanziamenti per la costruzione di un nuovo canile che sia degno di ospitare i nostri amici a 4 zampe.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?