Emiliano a San Vito: “Ci metteremo la faccia con un programma innovativo, senza rinunciare a nessun valore del centrosinistra”

Lo slogan del Partito Democratico lo definisce “il sindaco di  Puglia”. “E questo non sta a significare che tutto s’incentra sulla mia persona. Questo motto indica un intellettuale collettivo per dirla con Gramsci, che vuole risolvere i problemi senza abdicare ad alcuno dei valori del centrosinistra”: lo ha voluto precisare Michele Emiliano, intervenuto ieri nell’aula consiliare di San Vito dei Normanni come candidato alle primarie del centrosinistra del prossimo 30 novembre. Competizione a cui partecipa insieme a Guglielmo Minervini e Dario Stefàno.

Dopo l’introduzione del segretario PD cittadino Enzo Francavilla, lo stesso magistrato barese ha ripercorso  la storia di San Vito, andando indietro fino ai primi anni ‘90 quando un radicato racket la rendeva “città delle bombe”. Anni di panico e smarrimento che ha vissuto in prima persona, partecipando anche alla fondazione dell’associazione antiracket locale. “E mi resi conto che San Vito non era una comunità come le altre. Era una città che voleva combattere”,  ha detto.

Un rimando al passato dell’ex sindaco di Bari per far presente la volitività del suo fare politica, oggi come allora. “La politica è straordinaria, è come la plastichina dei bambini: puoi farci un capolavoro. Al contrario, puoi farci anche qualcosa che dimenticheranno tutti o addirittura un danno. A livello regionale non vogliamo fare le cose al posto degli altri, come è successo in questi dieci anni con risultati non molto brillanti, ma aiutare quelli che sul territorio si battono strada per strada e stanno con la faccia davanti ai cittadini”.

Poi, il discorso ha esplicitato i propositi per la vicina competizione regionale.

Quello che faremo ora è rimediare al più grande difetto di questi dieci anni: abbiamo detto moltissimo e bene e abbiamo realizzato molto meno.  Quasi tutte le grandi vertenze sanitarie, ambientali, dei rifiuti eccetera sono aperte anche adesso. Siamo ancora in campo e, se abbiamo qualche possibilità di vincere le regionali, dipende dalla debolezza del centrodestra e del Movimento 5 Stelle che si sta sciogliendo come neve al sole di fronte all’incapacità di entrare nella partita –  ha detto –  Questo però non deve consolarci. Dobbiamo fare una campagna elettorale vera, basta su proposte che convincano i pugliesi a darci la possibilità di chiudere quelle vertenze”.

Nell’escludere ogni alleanza con Forza Italia e Nuovo Centro Destra, sulla prossima campagna elettorale ha infine assicurato Emiliano: “Ci metteremo la faccia presentando un progetto innovativo, discontinuo rispetto a quello che non è andato bene finora, ma coerente con valori e principi a cui mai abbiamo rinunciato”.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.