Calcio. Ostuni-Casarano 0-0

/ Autore:

Calcio, Sport


Ostuni-Casarano 0-0

Ostuni: Muscato 6.5, Andrisano 6.5 Saracino 6.5, Ferraro 6.5, Loseto 7, Lorusso 7, Malagnino 6, Greco 5.5 (12’st Ippolito 6), Caruso 5, De Tommaso 6 (29’ st Riezzo s.v.), Miccoli (39’ st Carpino s.v.). All. Carbonella. In panchina: Laveneziana,  Parisi, Lonigro, Moro

Casarano: Pellegrino 6, Manisi 6, Tarsilla 6 (24’ st Shehu s.v.), Rosciglione 6.5, Amato 6.5, Zaminga 6.5, Carminati 6.5, Puglia 5.5, Procida 6, Marino 5.5, Tedesco 5.5 (28’ Negro s.v.). All. Toma. In panchina: Serrano, Casalino, Sportillo, Regner, Savino

Arbitro: Balestrucci di Barletta

Note: ammoniti Caruso, Loseto (O), Carminati, Puglia (C). Espulso al 35’ del secondo tempo Malagnino (O). Calci d’angolo: 5-3 per il Casarano. Recupero: 2 pt e 4 st

Finisce in parità la sfida tra Ostuni e Casarano. Al Comunale permane il risultato di 0-0, con pochissime emozioni, e con il Casarano vicino alla vittoria, soprattutto nel primo tempo. L’Ostuni, senza quattro giocatori squalificati, è rimasto in dieci per l’espulsione di Malagnino al 35’ della ripresa, per un fallo su Puglia. Entrambe le squadre recriminano per l’arbitraggio; i gialloblù non si vedono concedere un rigore per atterramento di Ferraro in area salentina; mentre al Casarano sono stati annullati due gol in fuorigioco. Nel primo tempo la squadra di mister Toma appare più pimpante. Al 6’ è Procida che impegna Muscato. Al 9’ discesa di Malagnino dalla propria metà campo, che entra in area di rigore del Casarano, ma la retroguardia rossoblù chiude perfettamente. Intorno al 35’ le occasioni migliori. Prima Procida che riceve un passaggio filtrante, supera Muscato, ma non è lesto a concludere nella porta sguarnita. Poi Caruso tenta un tiro, ma il suo tiro finisce tra le braccia di Pellegrino. Poi Marino, tutto solo in area, colpisce di testa, ma non indirizza nello  specchio di porta; pochi secondi più tardi ancora Marino, con un diagonale, deviato dalla difesa gialloblù in angolo. Tutto questo nel giro di due minuti. Al 46’ carminati ci prova da fuori area, il suo tiro finisce alto sulla traversa, mettendo i brividi a Muscato. Nel secondo tempo, il match perde di smalto, e fioccano i primi falli, sintomo di stanchezza tra i giocatori. Al 35’ l’azione incriminata con l’espulsione, un po’ fiscale, di Malagnino su Puglia, con il centrocampista gialloblù che va su tutte le furie. Al 43’ è l’Ostuni a chiedere il calcio di rigore  per un fallo su Ferraro, l’arbitro della sezione di Barletta fa proseguire. Dopo 4 minuti di recupero il triplice fischio finale, con un punto a testa, che serve per l’Ostuni a smuovere la classifica, dopo le ultime tre battute d’arresto, anche se lo spettro dei play-out è sempre lì a un  passo. Prossimo match ad Altamura, sfida molto difficile, con i murgiani in lotta per un posto nei play-off del campionato di Eccellenza.

20° giornata: Mola-Bitonto 2-2, Castellaneta-Ascoli Satriano 2-0, Hellas Taranto-Francavilla 0-2, Molfetta-Vieste 1-0, Novoli-Altamura 3-0, Ostuni-Casarano 0-0, Galatina-Trani 3-2, Locorotondo-Nardò 0-3

Classifica: Francavilla, Nardò 45,  Vieste 40, Trani 36, Molfetta 32, Altamura 31, Mola 30, Novoli 29, Casarano 25, Bitonto 24, Castellaneta 23, Ostuni 18, Galatina 16, Locorotondo 15, Hellas Taranto, Ascoli Satriano 13


commenti

E tu cosa ne pensi?