Il Consiglio regionale Puglia, l’Anci e sindacati chiedono sospensione immediata dell’Imu agricola

/ Autore:

Cronaca, Società



Continua l’annosa vicenda del pagamento dell’IMU agricola da parte dei comuni collinari  che sembra proprio non aver fine. Ieri, infatti, a Bari presso la presidenza del Consiglio regionale pugliese, l’assessore regionale alle politiche agricole Fabrizio Nardoni, il presidente dell’Anci Puglia sen. Luigi Perrone e i vertici delle organizzazioni di categoria, Cia, Confagricoltura, Copagri, hanno chiesto al Governo nazionale l’immediata sospensione dei pagamenti, in attesa della sentenza del Tar Lazio del 17 giugno 2015 e la revisione delle tabelle Istat.

I soggetti riuniti, convocati dal Presidente Onofrio Introna per verificare la situazione dell’IMU agricola in Puglia, hanno espresso forte preoccupazione per lo stato di crisi dell’agricoltura pugliese, per gli ulteriori aggravi causati dal DL 4/2015 (esenzione dell’IMU dei terreni montani e parzialmente montani) e per la situazione di profonda difficoltà in cui versa il settore zootecnico, anche a causa del crollo dei prezzi di latte e carne.
Nel documento redatto e siglato dai partecipanti all’incontro inoltre, si legge che l’IMU agricola è una imposta dannosa per il settore agricolo, settore trainante per l’economia pugliese, l’unico a registrare incrementi occupazionali.

Di seguito il documento in questione (clicca qui).


commenti

E tu cosa ne pensi?