L'Acqua&Sapone Football Five conquista la finale in Coppa Puglia, ma la testa è già a Castellaneta

/ Autore:

Uncategorized



L’Acqua&Sapone Football Five martedì scorso ha giocato il ritorno della semifinale con il Noci Calcio a 5  in Coppa Puglia conquistandosi la finale nonostante il pareggio di 3-3 grazie al risultato dell’andata di 4-2. Si aprono per i rossoblù  le porte del PalaWojtyla, proprio Martina Franca infatti, si giocherà la finalissima tra i locorotondesi e  il Fustal Andria. Intanto sabato 14 febbraio alle 16:oo  i campioni locali affronteranno il Real Castellaneta nella terza giornata di ritorno del campionato di serie C2. Di seguito il comunicato della società elogiata recentemente dall’amministrazione comunale.

L’obbiettivo in questa Coppa Puglia per la truppa di mister Basile era quello di fare meglio dei quarti di finale raggiunti lo scorso anno, invece arriva il più alto traguardo, la possibilità di alzare la coppa il 24 febbraio al PalaWojtyla di Martina Franca contro il Futsal Andria. Il match contro il Noci finisce 3 a 3 dopo un match vibrante, giocato a ritmi altissimi. PalaIntini gremito in ogni ordine di posto, con circa 200 persone giunte da Locorotondo che incitano la squadra per ogni minuto del match però comportandosi in maniera esemplare durante tutta la partita.

 PRIMO TEMPO Mister Basile deve fare a meno di Giacovazzo e Pulli per problemi fisici, e si affida a Neglia tra i pali, Morricella ultimo uomo, Curri e Romanazzo laterali e Gomes pivot. Il tema della gara è molto chiaro con un Noci che cerca di ribaltare il 4 a 2 dell’andata, e Football Five che cerca di gestire il vantaggio e colpire in contropiede. Però il Noci parte forte e crea occasioni da gol soprattutto con tiri dalla lunga distanza senza però trovare il gol che potrebbe riaprire la partita. Ma il Loco non ci sta e cerca di ripartire in contropiede così riesce a trovare la rete con Curri che al ‘12 servito da Romanazzo sull’out sinistro batte il portiere di casa in uscita, punteggio sul 1 a 0 e i rossoblù possono così amministrare i 3 gol di scarto. Il Noci si riporta in avanti a testa bassa facendo arretrare il baricentro della squadra ospite e concedere qualcosa ai biancoverdi che riescono a trovare il pareggio con Castellana che al minuto 17 sfrutta una corta respinta di Neglia. Dopo il pari il Noci attacca ancora più forte portandosi in vantaggio a quattro minuti dal termine della prima frazione con Pace che batte il portiere ospite in uscita facendo esultare tutta la tifoseria di casa. La qualificazione ritorna in gioco sul punteggio di 2 a 1 e basterebbe un solo gol ai biancoverdi per pareggiare i gol dell’andata. Prima dell’intervallo il Locorotondo trova il gol del pareggio con Romanazzo che dopo un triangolo con Curri insacca nella porta sguarnita. Si va a riposo sul 2 a 2.

SECONDO TEMPO Con soli 30 minuti a disposizione per recuperare i due gol di scarto, il Noci tenta già dalle prime battute di imporre il proprio gioco cercano di mettere in difficoltà i rossoblù. Così si rende pericolosa con i tiri da fuori area prima di Pace e poi di Pontrelli che impegnano Neglia. Però il Loco in ripartenza può far male e prima Curri e poi Romanazzo non riesco a battere il portiere ospite in uscita. Ma questo è il preludio al gol ospite che arriva al ‘7 con Gomes che sfrutta ancora un assist di Curri per insaccare a porta vuota facendo esplodere i tifosi rossoblù. Con 3 gol da recuperare il Noci rischia il tutto per tutto e mister Lippolis manda in campo il portiere di movimento creando non pochi pericoli, infatti al ’15 arriva la traversa colpita da Pontrelli dopo

una deviazione e due minuti più tardi il palo dalla distanza colpito da Pace. Però la squadra di casa non riesce a colpire il Loco con il quinto di movimento, anzi rischiando di subire gol dalla distanza con la porta sguarnita. Al ’26 arriva il pari dopo un fallo di Morricella sanzionato con il rigore è De Leonardis che batte Neglia riaprendo parzialmente il match. Nel recupero arriva la chance per i

biancoverdi per riaccendere i minuti finali ma è Pace ha sbagliare il tiro libero concesso dopo il quinto fallo ospite. A fine partita giocatori e tifosi possono festeggiare sotto la curva l’accesso alla finale del 24 febbraio, che già rappresenterà una pagina della storia importante di questa società dopo soli due anni dalla sua nascita.

PROSSIMA Sabato però torna il campionato, dove l’Acqua&Sapone Football Five Locorotondo incontrerà il Real Castellaneta al PalaTifo, dove non potrà perdere punti, vista anche la marcia delle inseguitrici. Per la Coppa Puglia la società ribadisce l’appuntamento per martedì 24 febbraio alle ore 21 presso il Pala Wojtyla di Martina Franca, sperando nella presenza numerosa di spettatori vista la vicinanza della sede della finale e soprattutto per cercare di realizzare quello che è il sogno di una città intera.


commenti

E tu cosa ne pensi?