Inaugurata la sede della Pro Loco. Bonasia: "Al lavoro per la riqualificazione della città"

E’ stata presentata ieri sera nel salone della Società Artigiana la nuova sede della Pro Loco Martina Franca, sita in via Ancona n.5. Presente il sindaco Franco Ancona, il consigliere regionale Francesco Laddomada e il presidente di Confcommercio Roberto Massa, oltre a diversi consiglieri comunali.

Ha aperto l’inaugurazione il presidente Pino Bonasia: “Ringrazio l’Amministrazione per averci concesso questi spazi. Parliamo di una sede molto piccola, ma con una posizione e una rappresentatività unica, visto che ci troviamo praticamente attaccati alla Torre dell’Orologio di Piazza Plebiscito. Il nostro compito è rappresentare le istanze della città sia in sede provinciale che regionale. Vogliamo sensibilizzare i cittadini al bello e all’ecosostenibilità, puntando tanto sui giovani. Appena ci sarà un giovane valevole, sono pronto a lasciare la presidenza, perché credo che le future generazioni debbano avere gli spazi che meritano. Martina Franca deve ripartire dal bello, e deve farlo con l’aiuto di chi sa come recuperare al meglio questa città. Parlo di architetti, di ingegneri, di studiosi. La Pro Loco non si dedicherà all’organizzazione di eventi e sagre, perché ci sono già soggetti che lo fanno, e lo fanno anche bene. Noi daremo una mano per la promozione e la diffusione degli eventi che si organizzeranno in futuro, senza disdegnare l’apporto in tematiche importanti quali urbanistica e ambiente”.

Ha preso poi la parola il vice-presidente Mariuccia Balsamo, che ha ricordato che in Italia ci sono 6200 Pro Loco che contano circa 600.000 iscritti, non risparmiando inoltre una piccola battuta critica sulla precedente gestione: “La Pro Loco Martina Franca è stata costituita nel lontano 2004 con 56 soci, ma fino al 2012 (anno della riattivazione con la Balsamo alla presidenza, nda) non si hanno notizie di attività o eventi organizzati. Non sappiamo cosa abbiano fatto, ma guardiamo avanti. Amiamo la città e non siamo paladini di niente e di nessuno. Vogliamo prenderci cura di Martina e vi invitiamo a tesserarvi e a fare altrettanto”.

Urbanistica e ambiente a parte, tanto interesse anche per le generazioni future, così come testimoniato dall’altra vicepresidente, la professoressa Anna Basile: “Andremo nelle scuole per intercettare idee, opinioni e interessi di chi questa città la vivrà nei prossimi decenni, per dare loro una città ecosostenibile e votata al bello”.

Parola anche ad un altro membro del direttivo, Pino Caramia, che ha parlato di iniziative e feedback col territorio: “Abbiamo predisposto delle schede da distribuire a negozi, strutture ricettive e ristoranti per favorire lo scambio di idee. A livello di iniziative abbiamo già pensato a una rassegna agricola ed enogastronomica da realizzare prima della Fiera di San Martino, oltre alle Domeniche del Baratto e del Dono al Centro Servizi, dove favoriremo il baratto e il dono di merci ed oggetti”.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.