Futsal: Acqua & Sapone Football Five dopo la coppa sfida il Real Paradiso Brindisi

/ Autore:

Calcio a 5, Sport



Pubblichiamo il comunicato ricevuto dalla società Acqua&Sapone Football Five Locorotondo. Un resoconto della finale di coppa puglia contro l’Andria giocata martedì scorso al PalaWojtyla. Dopo aver perso la coppa i rossoblù  giocheranno domani alle 16:00 contro il Real Paradiso Brindisi. 

L’Acqua&Sapone Football Five Locorotondo esce sconfitta nella finale di Coppa Puglia del PalaWojtyla contro la Futsal Andria per 5 a 4, che porta la coppa alla formazione biancazzurra. Gara combattuta da entrambe le squadre che hanno dato spettacolo ai circa 1000 presenti, che alla fine hanno applaudito le due squadre. Un grande traguardo raggiunto dalla società locorotondese al suo secondo anno di vita, anche se il rammarico rimane per non aver portato a casa la coppa.

PRIMO TEMPO L’inizio è da brividi perchè i tifosi locorotondesi danno spettacolo con una coreografia che forse nemmeno in serie A si vede. Mister Basile deve fare a meno di due uomini importanti come Pulli e Curri e si affida a Neglia in porta, Morricella ultimo, Gomes e Romanazzo laterali, Gianfrate pivot. Però la squadra locorotondese parte contratta e sente molto la partita. Al primo affondo la squadra biancoazzurra passa. Al ‘2 Gianfrate perde un contrasto al limite dell’area e De Feo di punta insacca Neglia che non è preciso nel deviare fuori la conclusione. Un minuto più tardi è ancora l’Andria a passare con De Feo che approfitta di una palla non bene trattenuta da Neglia. Sotto di due gol la strada della formazione locorotondese si fa in salita, ma riesce a reagire. Al ‘4 Morricella triangola con Gianfrate e batte Fasciano in uscita accorciando le distanze. Ma sul calcio d’inizio seguente passa ancora la formazione biancazzurra con Spinosa che insacca a porta vuota su una corta respinta di Neglia. Il Locorotondo sotto di due gol deve ancora inseguire. Al ’10 ritorna in partita su calcio d’angolo Morricella trova Gianfrate che batte l’estremo avversario sul primo palo. Punteggio sul 3 a 2. La partita viene disputata da entrambe le squadre a viso aperto e si susseguono occasioni da gol da una parte e dall’altra. Al minuto 30 è Gomes a insaccare a porta vuota su assist di Gianfrate dal fondo (che probabilmente commette fallo su un avversario non segnalato dagli arbitri). I rossoblù riprendono il match e si va al riposo sul 3 a 3.

SECONDO TEMPO Con il punteggio in pareggio le due squadre devono sbilanciarsi per portare a casa la partita. Parte forte l’Andria che colpisce subito una traversa dalla distanza. Al ‘3 passa in vantaggio la formazione andriese con Magno che insacca nella porta sguarnita dopo un assist di un compagno dal fondo. I rossoblù devono inseguire ancora e si portano in avanti. Prima Gianfrate non riesce a batter il portiere in uscita e poi Morricella che su punzione sfiora il palo. L’Andria cerca in contropiede di portare a cinque le proprie reti ma non capitalizza. Al ’15 Gianfrate e Palmisano non riescono a segnare davanti a Fasciano mancando una clamorosa azione. Due minuti più tardi è l’Andria ha segnare, Gomes perde una palla in uscita e Napoletano batte Neglia con un colpo sotto. Punteggio sul 3 a 5. Mister Basile a questo punto cerca il tutto per tutto e manda Morricella portiere di movimento. Al ’26 la formazione biancoazzurra commette il quinto fallo e dà la possibilità al Locorotondo di accorciare, ma Morricella si fa iponotizzare da Fasciano dal tiro libero. Nel primo minuto di recupero è Morricella ad accorciare, ma sarà troppo tardi. L’arbitro fischia la fine e consegna la coppa alla Futsal Andria. Rimane un percorso incredibile che ha portato la formazione rossoblù in finale e soprattutto il tributo va al pubblico locorotondese che ha riempito tutto il proprio settore, non smettendo ma di cantare per i propri giocatori.

PROSSIMA Dopo l’amara finale, la testa deve andare subito al campionato e alla prossima sfida contro il Real Paradiso Brindisi di sabato alle ore 16. Aspettano altre 7 finali per la Football Five se vuole inseguire un altro sogno cullato da inizio stagione.


commenti

E tu cosa ne pensi?