Locorotondo è città Wireless: giovedì presentazione del progetto

/ Autore:

Cultura, Politica, Società



Si svolgerà giovedì 7 maggio alle ore 18:30 presso Villa Mitolo a Locorotondo il convegno organizzato dal Comune per presentare il progetto “Locorotondo Città Wireless”

“Non è il solito aggancio wifi come quelli che vengono promossi da altri Comuni a noi limitrofi” spiega il promotore dell’iniziativa il consigliere comunale Antonio La Ghezza, “dove bisogna registrarsi o autenticarsi. Con questo progetto abbiamo voluto superare ogni problema legato alla connessione ad internet, potenziando la banda larga del comune di Locorotondo. Già da 15 giorni il traffico telefonico viaggia attraverso la rete e non genera più un costo di chiamata analogica: è fatto con la tecnologia Voip, e quindi con un proprio indirizzo Ip, che consente di telefonare senza spesa telefoniche fisse ma con l’utilizzo della rete. Abbiamo munito anche le scuole di telefonia Voip. Ciò consente non solo di abbattere i costi, ma anche di eliminare i problemi di connessione limitata per le nostre strutture scolastiche che rendeva impossibile l’utilizzo delle lavagne LIM al massimo delle proprie potenzialità.

Le lavagne multimediali istallate nelle scuole senza una diffusione totale e capillare della rete internet difficilmente hanno un senso dinamico nell’interazione con gli studenti”.

Locorotondo Città Wireless significa anche maggiore sicurezza continua La Ghezza:

“Potremo aumentare i punti di videosorveglianza, includendo anche quei luoghi difficilmente raggiungibili con rete Lan, con il cavo, ma possibile da raggiungere grazie alla tecnologia wifi. Saranno così installate delle nuove telecamere nei presidi scolastici e nelle rotatorie che monitoreranno e renderanno ancora più sicuro il nostro territorio”.

Novità anche per chi si collega alla rete dalle piazze principali del paese. L’utente, infatti, ha immediatamente la possibilità di andare sul sito del comune di Locorotondo, di visitare “Locorotondo in tour” in versione web app, senza effettuare alcun download e registrazioni. Inoltre, è possibile visitare il sito “decoro urbano” per vedere il livello di efficienza delle segnalazioni che arrivano in tempo reale dai cittadini.

“Abbiamo inserito anche un collegamento diretto al sito del Locus Festival, e anche questo link senza autenticazione” ha continuato La Ghezza, “poi per navigare su altri siti (non inseriti nelle black list), o sui social che non riguardano la promozione turistica o paesaggistica e culturale del nostro paese è necessario registrarsi. Una volta che ci si autentica si ha diritto a due ore di traffico gratuito, poi finite le due ore la connessione cade e si è costretti a collegarsi il giorno successivo.”.

I lavori sono cominciati a gennaio 2015 fra sopralluoghi ed installazioni ed il progetto avrà un costo di circa € 20.000 annui per 6 anni che saranno finanziati con la strategia del project financing.

Il project financing è quel coinvolgimento dei soggetti privati nella realizzazione, nella gestione e soprattutto nell’accollo totale o parziale dei costi di opere pubbliche, o opere di pubblica utilità, in vista di entrate economiche future o di ottimizzazione di costi e quindi di risparmi.

Queste le aree dove sono state installate le antenne: Palazzo Comunale, sito in Piazza Aldo Moro; Biblioteca Comunale sita in Via Morelli; Sala don Lino Palmisano sita in Via G. Almirante; Ufficio del cimitero comunale, sito in Via Cisternino;; Edificio scolastico sito in Piazza Mitrano; Edificio scolastico sito in Via Buonarroti; Edificio scolastico sito in Cda San Marco; Piazza Aldo Moro; Piazza Mitrano; Piazza Marconi; Piazza V. Emanuele e Villa Comunale; Area antistante Sala don Lino Palmisano; Sito 1 SS 172 – Via Fasano – per copertura videosorveglianza; Sito 2 SS 172 – Via Martina Franca – per copertura videosorveglianza.

Di tutto questo e di molto altro si potrà avere ampia informazione nel corso del convegno di giovedì 7 maggio alle ore 18:30 nella sala “don Lino Palmisano” a Villa Mitolo.


commenti

E tu cosa ne pensi?