Ceglie, scoperti reperti storici del II-III secolo a.C. Probabile si tratti di una necropoli

/ Autore:

Cultura



Sensazionale scoperta archeologica a Ceglie Messapica (Brindisi). Come Affaritaliani.it è in grado di rivelare sono emersi dei reperti storici di epoca messapica risalenti al secondo e terzo secolo avanti Cristo.

Sensazionale scoperta archeologica a Ceglie Messapica, paese di 20 mila persone in provincia di Brindisi. Come Affaritaliani.it è in grado di rivelare, nel corso dei lavori di sbancamento e scavo per la costruzione di una nuova chiesa nella parrocchia di Don Guanella, sono emersi dei reperti storici di epoca messapica risalenti al secondo e terzo secolo avanti Cristo di eccezionale importanza storica.

E man mano che si scava continuano adaffiorare nuove scoperte, che fanno pensare a una necropoli. I ritrovamenti – per quanto Affaritaliani.it è in grado di rivelare sentite le fonti locali – sono del 26 maggio, del primo e del 5 giugno. Dalle notizie frammentarie che è stato possibile raccogliere – finora il ritrovamento è stato tenuto riservato – sono state rinvenute due o tre tombe e si è potuto apprendere che in una vi erano i resti di una bambina di 7-8 anni che aveva vicino, com’era d’uso nell’antichità, una serie di cimeli funerari. Non solo: nei pressi delle tombe sono state trovate anche una serie di anfore dentro le quali si riconoscono dei feti (per gli esperti sono sepolture in cosiddetti enchitrismosi). Si tratta di un ritrovamento unico di livello internazionale anche perchè si può vedere lo scavo della roccia affiorante dove il popolo messapico lavorava la pietra. Una rarità perchè non ci sono altre cave del popolo messapico. Un sito che rappresenta l’inizio di una necropoli.


commenti

E tu cosa ne pensi?