Futsal Cisternino. Arriva l’italobrasiliano Bruno

/ Autore:

Calcio a 5, Sport


Dopo i sussurri degli ultimi mesi e le voci degli ultimi giorni, la società giallorossa è lieta di annunciare ufficialmente l’ingaggio dell’italobrasiliano Bruno Alexandre Da Silva, conosciuto dagli amanti del futsal semplicemente come Bruno.
Classe ’88, Bruno è uno di quei nomi che accende la fantasia di tutti i sostenitori cistranesi: giovane, ma nonostante ciò anche esperto, potente, ma dinamico, può ricoprire due ruoli, quello di centrale difensivo e di laterale, visto anche il suo vizio del goal, che gli ha permesso lo scorso anno di toccare la doppia cifra in campionato, ad Arzignano, nel girone A di serie A2.

“Sono a Cisternino da un mese e sono contento della scelta fatta. Ho trovato una società molto seria, organizzata e con un progetto ambizioso – ha detto l’italobrasiliano, che vanta tra l’altro, un’ampia parentesi a Putignano, in A2 e poi in A, oltre che a Pescara, sempre nella massima serie -. Ho già avuto modo di giocare in Puglia, qui il futsal è molto seguito, motivo in più per accettare l’offerta del Futsal Cisternino. Per un calcettista, giocare davanti a centinaia di tifosi è fantastico, ti dà quella carica in più che ti permette di dare il massimo partita dopo partita”.

Bruno, ventisette anni da qualche mese, è entrato nell’orbita della nazionale italiana nel settembre del 2012, esordendo contro la Serbia. Il colpo messo a segno dal d.s. Perrini manda già in visibilio i tifosi, che dopo la conferma di De Matos, possono contare su un giocatore di caratura mondiale: “Sinceramente ci fu  un contatto con la società lo scorso anno, ma per diversi motivi il trasferimento non si concretizzò. Seppur con qualche mese di ritardo, sono arrivato a destinazione. Sono entusiasta di giocare in una squadra conosciuta a livello nazionale, per i vari traguardi raggiunti, come la coppa Italia di B e il favoloso cammino in campionato. Conoscevo già coach Castellana e il suo staff, e spero restino tutti qui, ho una gran voglia di lavorare con loro”.

Bruno, con i suoi dieci goal, ha permesso, lo scorso anno, all’Arzignano di conquistare la salvezza in serie A2, poi, il giovane centrale italobrasiliano ha dovuto sostare per qualche settimana, visto un problema al ginocchio, adesso ristabilito: “Grazie a Dio, il problema al ginocchio è alle spalle. Sono pronto per questa nuova avventura. L’obiettivo? Dipende dalla categoria, anche se, qualunque essa sia, il nostro fine sarà quello di raggiungere il massimo. Sempre. L’A2 sarebbe ovviamente più complessa, soprattutto perché perché per una neopromossa cambiare categoria nasconde diverse insidie. Penso di adorare già questo paese e i suoi tifosi, a cui prometto di dare il meglio, perché una piazza così merita di togliersi diverse soddisfazioni”.
Non sta nella pelle nemmeno Daniele Perrini, che lo ha voluto fortemente nella sua Cisternino: “Come ogni anno stiamo cercando di muoverci nell’ottica di puntellare la rosa, partendo dalle riconferme. Sono felicissimo del rinnovo di De Matos, che ha sposato il nostro progetto a prescindere dalla categoria. Non nego che l’uscita di La Rocca sia un grande perdita umana e tecnica, per questioni regolamentari, dato che ci aspettiamo notizie positive da parte dalla Divisione, punteremo su un portiere italiano che non farà rimpiangere Gabriel. In quest’ottica abbiamo puntato su Bruno, un giocatore che ho sempre ammirato, che merita palcoscenici importanti e che sicuramente ci farà fare un salto di qualità. Spero che la voglia di venire a Cisternino sia ripagata dal nostro caloroso pubblico, che sono sicuro ci metterà poco a farlo diventare un proprio beniamino”.
Messo in cassaforte questo primo autentico sensazionale colpo, il d.s. Perrini si rituffa a capofitto sul mercato, per cercare di fare qualche altro regalo ai suoi tifosi, oltre che valutare le eventuali riconferme. Il mercato è appena iniziato, ma il Cisternino sembra voler già, come sempre, esserne protagonista !
(articolo di Gianluca Bennardi)

commenti

E tu cosa ne pensi?