Cisternino, l’opposizione contro Baccaro: “Sforato il patto di stabilità”

Patto di stabilità, altra (presunta) vittima tra i comuni italiani. Giorni caldi a Cisternino, dove giovedì mattina si tornerà a discutere in consiglio comunale, in una seduta dedicata alla discussione delle aliquote per il 2015 e i relativi regolamenti di applicazione.

Ma l’argomento caldo sarà un altro: quello appunto del patto di stabilità. In città negli scorsi giorni è stato diffuso un volantino firmato dai consiglieri comunali Mario Saponaro e Maria Zigrino (Forza Italia), Giampiero Bennardi e Antonio D’Errico (Uniti per Cisternino) e Stefano Guarini (lista civica Sturnium) dove le accuse sono ben precise: “Dopo aver approvato il conto consuntivo 2014 attestando ‘falsamente’ il rispetto del patto di stabilità e quindi prendendo in giro il consiglio comunale e l’intera cittadinanza, l’amministrazione Baccaro ha dovuto ammettere la verità: l’avvenuto sforamento del patto di stabilità per l’anno 2014”.

Parlando in soldoni, il presunto sforamento porterebbe a conseguenze pesanti per l’amministrazione cistranese: 299mila euro di tagli sui trasferimenti statali e 243mila euro di riduzioni di spesa che si rifletteranno sui servizi erogati e anche sulle assunzioni di dipendenti comunali.

Si attende quindi per giovedì una risposta di Baccaro, che dal canto suo continua per la sua strada, fortemente appoggiato da una solida maggioranza.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.