As Martina. Verso la fideiussione. Sarà LegaPro?

/ Autore:

Calcio, Sport


Sembra che ormai manchi pochissimo. Entro le 10.00 di questa mattina la Banca Popolare di Taranto deciderà se accordare o meno la fiducia per la fideiussione valida per l’iscrizione tra i professionisti della squadra di Martina Franca. I soldi li avrebbe messi tutti Stefano Scatigna, nonostante avesse in un primo momento dichiarato che non era intenzionato a essere l’unico. Venerdì in conferenza stampa Petrosino dichiara che il Martina non avrà più una squadra tra i professionisti e che la colpa, sostanzialmente, era del Comune che non aveva sostenuto la società (“I 50.000 euro li hanno dati per lo stadio! Non alla società” – dichiarava) e dei giocatori che non avrebbero firmato le liberatorie (che si firmano dopo aver preso tutti gli stipendi). Contemporaneamente Lippolis, avvocato leccese, ha mandato un comunicato in cui puntava il dito contro la stessa società che si era dimostrata, praticamente, inaffidabile.

Dopo un weekend di tensione, ieri tutto sembra sbloccarsi, grazie alla mediazione di Giuseppe Cervellera e di Stefano Coletta, che avrebbero fatto da garanti. Il loro ruolo era quello che la società si sarebbe aspettata dal sindaco in persona, ma Franco Ancona ha preferito mantenersi defilato, mantenendo un profilo istituzionale.

Gli accordi per questa nuova fideiussione prevedono che la società, in pochi mesi, passi interamente nelle mani della nuova cordata di imprenditori rappresentati dal galatinese Massimiliano Lippolis e questo potrebbe significare, quindi, la fine dell’era Muschio-Petrosino. Il dg biancazzurro, già venerdì, aveva ventilato le proprie dimissioni, qualora le cose non sarebbero andate bene.

Nel frattempo però la squadra del Martina è tutta da ricostruire. Patti e Arcidiacono vanno verso la Juve Stabia allenata da Totò Ciullo, mentre Montalto va in B col Trapani. Di stamattina è la notizia, invece, che Fabiano, centrale difensivo, andrà a Padova.


commenti

E tu cosa ne pensi?